Gualdo Tadino presa d’assalto per Ferragosto, vince l’offerta diversificata

Gualdo Tadino presa d’assalto per Ferragosto, vince l’offerta diversificata

Visitatori da tutta Italia per godere dei capolavori della natura, dell’arte e dell’uomo. Molto apprezzata dalle famiglie ‘La stanza segreta’, mostra dog-friendly e a misura di bambino

share

Gualdo Tadino ha vinto la sua ‘sfida del ponte ferragostiano’ facendo registrare numeri importanti in quanto a presenze in strutture ricettive, alberghi e ristoranti ma anche nei musei cittadini con decine di centinaia di turisti da ogni parte d’Italia. Merito di un’offerta diversificata che ha saputo coniugare arte e tradizione, cultura e natura, con la splendida Valsorda a fare da cornice.

Grande attrazione è stata suscitata dalle diverse mostre: ‘La stanza segreta. Capolavori della figurazione contemporanea dalla Collezione Massimo Caggiano’, a cura di Vittorio Sgarbi e Cesare Biasini Selvaggi, nella Chiesa monumentale di san Francesco, ‘Piante infestanti. Encausti su tavola di Massimiliano Kornmüller’ alla Rocca Flea e la collettiva ‘Paesaggi d’Italia’ al Centro culturale Casa Cajani.

“Non posso che esprimere piena soddisfazione – ha dichiarato il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti – per il boom di presenze. È il segno che si sta lavorando bene per valorizzare al meglio quello che di bello offre il territorio. Continueremo a lavorare seguendo questa strada perché evidentemente la cultura attrae e Gualdo Tadino ha tanto da offrire da questo punto di vista”.

“Dietro questo successo – ha affermato Barbara Bucari, assessore alla cultura del Comune di Gualdo Tadino – c’è un accurato lavoro di squadra che ha messo in piedi una precisa campagna di comunicazione che negli ultimi mesi ha posto al centro la città sia a livello nazionale che regionale. La mostra la stanza segreta, ad esempio, ha conquistato vetrine importanti sulle riviste Panorama e La freccia di Trenitalia”. I capolavori della collezione di Massimo Caggiano sono stati tra i più visitati in assoluto, soprattutto dalle famiglie con amici a quattro zampe a seguito essendo la mostra ‘dog friendly’. Inoltre, i bambini hanno potuto immergersi nel percorso museale, a caccia di indizi e segreti, diventando ‘Detective per un giorno’ grazie al libro gioco ‘Mangiare con gli occhi. I segreti di frutta, ortaggi e fiori nelle opere d’arte di Gualdo Tadino’.

share

Commenti

Stampa