Fondazione Carispo apre la raccolta d'arte contemporanea. 6, 7, 8 Dicembre - Tuttoggi

Fondazione Carispo apre la raccolta d’arte contemporanea. 6, 7, 8 Dicembre

Redazione

Fondazione Carispo apre la raccolta d’arte contemporanea. 6, 7, 8 Dicembre

Leoncillo Leonardi e I Sei di Spoleto. Le collezioni del patrimonio locale aperte al pubblico
Ven, 05/12/2014 - 10:39

Condividi su:


Per tre giorni, da venerdi 6 a lunedi 8 dicembre, la Fondazione Carispo apre alcune sale della sua raccolta, dedicate all’arte contemporanea. Cittadini e turisti potranno godere delle collezioni dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 17.

Fra le istituzioni locali impegnate nella tutela e conservazione del patrimonio locale si è distinta a Spoleto la Fondazione Carispo che da qualche anno ha intensificato le acquisizioni di opere d’arte legate alla storia dell’arte spoletina e umbra, con lo scopo di evitarne la dispersione e creando, al contempo, un’importante raccolta di opere, che spazia dai dipinti alle sculture, ai disegni, alle cartoline d’epoca e comprende l’arte medievale, moderna e contemporanea.

Le due sale aperte al pubblico in questo lungo week end dell’Immacolata, l’antisala e la sala dell’assemblea, sono dedicate all’arte del Novecento e riservate rispettivamente a Leoncillo e al gruppo de “I sei di Spoleto”. L’artista spoletino più famoso in campo nazionale e internazionale, Leoncillo Leonardi, del quale nel 2015 verrà celebrato il centenario della nascita, è presente con una serie di opere scultoree e pittoriche che coprono tutto l’arco della sua produzione,

I dipinti de “I sei di Spoleto” sono stati scelti per le loro indubbie affinità e anche per la sostanziale vicinanza cronologica, che ne fa un gruppo di rara compattezza stilistica. Di Giuseppe De Gregorio è esposta l’opera Pittura n.1 del 1959, di Filippo Marignoli Impronta sul mare, sempre dello stesso anno, mentre Mattino di Giannetto Orsini è riferibile al periodo 1958-62; di Ugo Rambaldi è presente Profondità grigia del 1959, di Piero Raspi Tatuaggio cronico dello stesso anno e infine di Bruno Toscano Dopo l’estate del 1958.

Ingresso in via Felice Cavallotti, n. 10.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!