A Foligno otto giorni dedicati a 'Migranti, la sfida dell'incontro' - Tuttoggi

A Foligno otto giorni dedicati a ‘Migranti, la sfida dell’incontro’

Claudio Bianchini

A Foligno otto giorni dedicati a ‘Migranti, la sfida dell’incontro’

Una grande mostra, incontri pubblici e confronti nelle scuole. Le associazioni fanno rete per creare un grande evento sociale e culturale
lunedì, 30/10/2017 - 17:44

Condividi su:


A Foligno otto giorni dedicati a ‘Migranti, la sfida dell’incontro’

In calendario da venerdì 3 a venerdì 10 novembre la grande mostra ‘Migranti, la sfida dell’incontro’ a Foligno, nei locali dell’ex Teatro Piermarini in Corso Cavour. L’esposizione è già stata presentata ufficialmente a Rimini in occasione della 37° edizione del Meeting per la pace tra i popoli ed ora approda ‘al centro del mondo’. Si tratta, nello specifico, di quaranta pannelli riportanti testimonianze audio e video, con dati ed informazioni particolarmente interessanti.

Il taglio del nastro è fissato per venerdì 3 alle dieci, con l’intervento di Don Luigi Filippucci, direttore Migrantes diocesana e Mauro Masciotti, direttore della Caritas Diocesana, alla presenza di studenti delle scuole medie superiori della città. Alle 16 sempre nei locali della mostra, incontro con la cittadinanza, al quale prenderà parte anche il sindaco Nando Mismetti insieme al Vicario della Diocesi Monsignor Giovanni Nizzi. Nella stessa giornata, alle ore undici presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico Tecnologico di Foligno, nell’ambito del progetto lettura, verrà presentato il libro “Padre Mosè. Nel viaggio della disperazione il suo numero telefonico è l’ultima speranza” a cura dello stesso Mussie Zerai sacerdote eritreo in prima fila per i diritti dei migranti nonchè fondatore dell’agenzia Habeshia, e Giuseppe Carrisi, giornalista Rai. Con loro anche Paolo Morozzo Della Rocca della Comunità di Sant’Egidio. Siamo ancora a venerdì 3 quando alle 17 gli stessi protagonisti della presentazione del libro svoltasi in mattina, saranno presenti  alla sala Italo Fittaioli al primo piano del Palazzo Comunale per un  incontro con la cittadinanza. Alle 21 appuntamento nello Spazio Zut di Corso Cavour con lo spettacolo teatrale “Senza Terra” scritto e diretto da Giuseppe Carrisi.

Lunedì 6 novembre a partire dalle 16 sino 19 presso l’aula magna della scuola media “Gentile da Foligno” si terrà la Presentazione della XXVI edizione del rapporto Caritas/Migrantes con un evento dal titolo ‘Nuove generazioni a confronto’ al quale interverrà Oliviero Forti, responsabile dell’ufficio immigrazione della Caritas italiana, nell’ambito delle conferenze di formazione Progetto Cittadini del Mondo. Previste testimonianze di studenti che si sono recati a Lampedusa, a Calais in Francia ed a Resita nella Romania.

Venerdì 10 novembre alle 10, in cartellone un incontro degli studenti con Mor Amar, rifugiato politico della Mauritania, autore del libro ‘Stronzo nero’ socio fondatore della Cooperativa Sophia. Verrà presentato inoltre, il percorso formativo ‘Confini’ che vuole favorire, in un pubblico di studenti, la riflessione sul tema dell’immigrazione.

Il ricco programma degli otto giorno, è stato presentato questa mattina a Palazzo Comunale, si tratta, per l’appunto, di iniziative, promosse in sinergia dalla Diocesi di Foligno, il Comune di Foligno, la Caritas Diocesana Foligno, Cittadini del mondo, Casa dei Popoli, Fondazione Migrantes, Oikoumene, Esu Foligno, Sociale Lavoro Foligno. L’assessore al Sociale, Maura Franquillo ha parlato di una mostra “di grande impatto comunicativo, voluta dall’amministrazione comunale proprio per dimostrare che ognuno di noi è una persona a prescindere da dove proviene e che pertanto occorrono giudizi preventivi ma serve riconoscere e riconoscersi ognuno per la propria unicità”. Sulla stessa linea la vicesindaco con delega alla Cultura, Rita Barbetti che ha parlato di una iniziativa che “rappresenta una dimostrazione della collaborazione tra associazioni cittadine, che senza guardare a personalismi riesce a fare rete nell’interesse superiore della comunità”.

Sono intervenuti, tra gli altri: Anacleto Antonini per Cittadini del Mondo; Elisabetta Tricarico della Caritas Diocesana di Foligno; Rita Cacchione della Casa dei Popoli e lo stesso Don Luigi Filippucci, direttore Migrantes Diocesana.


Condividi su:


Aggiungi un commento