FOLIGNO: IL TOPINO NON E'SCESO SOTTO IL MINIMO CONSENTITO

share

“All'Arpa è delegato il controllo degli attingimenti dal fiume Topino. Da quest'ultima non è mai arrivata segnalazione di discesa sotto il minimo vitale, imposto dalle leggi nazionali”. È quanto hanno dichiarato dall'assessorato all'Ambiente della Provincia di Perugia,  rispondendo ad una interrogazione presentata dai gruppi consiliari Udc, FI e AN, relativa alla qualità degli attingimenti nel fiume Topino. Nel documento i consiglieri chiedevano quale fosse la quantità dei prelievi effettuati dalle sorgenti di Bagnara e San Giovenale dall'Umbracque subentrata al Consorzio per gli acquedotti di Perugia, al fine di accertare che il fiume Topino non scenda al disotto del “minimo vitale” imposto dalle leggi nazionali, ovvero non scenda al disotto del valore di portata minima che deve essere garantita in un corso d'acqua soggetto a derivazioni, al fine di tutelare gli ecosistemi fluviali e la vita acquatica, oltre alle finalità ambientali proprie del corso d'acqua. “Vorremo capire in oltre – spiegano i consiglieri – se è stata rispettata la validità del decreto del 9-12-55 N°1771 riguardante la mancanza di reintegro dell'acqua prelevata ivi previsto. In particolare se il mancato ripristino della diga di Acciano non determini “ipso iure”, la decadenza della concessione a favore di Umbracque”. “Stabilito che dall'Arpa – hanno spiegato dall'assessorato all'Ambiente della Provincia di Perugia – non sono arrivate segnalazione di scesa sotto il livello minimo vitale è bene precisare che siamo di fronte ad un attingimento per usi potabili relativo ad un preciso comprensorio, quello perugino. Per quanto riguarda lo stanziamento di 3.000.000 di euro stanziati dalla Regione dell'Umbria per il ripristino della diga Acciano, le dimensioni della diga fanno sì che non sia di competenza dell'ente Provincia ben sì del Ministero dell'Ambiente. Come Provincia comunque abbiamo segnalato la necessità della messa in sicurezza diga”. I consiglieri si sono ritenuti insoddisfatti della risposta data dall'assessore dichiarando che continueranno la battaglia su questo argomento.

 

share

Commenti

Stampa