Foligno, concluso progetto “Polline” per promozione territori Valle Umbra Sud

Promosso, tra gli altri, dalla cooperativa sociale ‘Centro Servizi Foligno’, con la “Fondazione Barbanera 1762”

share

Si è concluso il progetto di promozione dei territori della Valle Umbra Sud “residenza narrativa di Polline – Festival delle comunità narranti”, promosso dalla cooperativa sociale ‘Centro Servizi Foligno’, in collaborazione con la “Fondazione Barbanera 1762”,  i Comuni di Bevagna, Foligno, Gualdo Cattaneo, Spello, Trevi e Valtopina e lo IAT – Valle Umbra Sud.

Ne hanno parlato, tra gli altri, l’assessore del Comune di Foligno, Giovanni Patriarchi, il presidente della cooperativa Mirko Speziali oltre ai due professionisti in residenza, il film-maker campano, Pasquale Napolitano, e lo scrittore umbro, Jacopo Giombolini.

Speziali ha ricordato l’iter che ha portato alla realizzazione della residenza mettendo in risalto il valore della sinergia tra i Comuni coinvolti, l’ufficio turistico e le professionialità provenienti da altre regioni. L’assessore Patriarchi ha messo l’accento sulla proficua collaborazione tra il suo assessorato e la cooperativa per l’implementazione del progetto. I due narratori, ospitati da due realtà del territorio (‘L’angolo del Macramé’ di Spello e ‘Ortoingiro’ di Valtopina), hanno raccontato la loro esperienza in Umbria e le loro idee riguardanti la restituzione del racconto. Dopo aver incontrato e documentato aziende agricole, agriturismi, artigiani e progetti di innovazione del territorio, il loro lavoro si concretizzerà in un’installazione multi e intermediale che trasformerà nel mese di novembre lo IAT di Porta Romana in una reale vetrina del territorio, rivolta a cittadini e turisti che potranno vivere un’esperienza immersi nei colori, luci e parole di un territorio che ha ancora molto da raccontare.

share

Commenti

Stampa