Fioritura Castelluccio di Norcia 2021, Umbria e Marche divisi su traffico. Come funziona nei week end - Tuttoggi

Fioritura Castelluccio di Norcia 2021, Umbria e Marche divisi su traffico. Come funziona nei week end

Redazione

Fioritura Castelluccio di Norcia 2021, Umbria e Marche divisi su traffico. Come funziona nei week end

Mer, 23/06/2021 - 19:04

Condividi su:


Nei primi due week end di luglio non si potrà accedere a Castelluccio dalle Marche. Previsti parcheggi e navette

Parcheggi e navette per vedere dal vivo la Fioritura di Castelluccio di Norcia 2021 passando dal versante umbro, accesso solo agli autorizzati per chi proviene dalle Marche. Questo, per lo meno, nei week end del 3 e 4 e del 10 e 11 luglio, quando lo spettacolo floreale dovrebbe raggiungere il suo culmine.

Si è tentato, ma non si è raggiunto, l’accordo tra Umbria e Marche per una gestione unitaria dell’accesso al Pian Grande ed al Pian Piccolo di Castelluccio per evitare i tanti disagi dello scorso anno. E così, mentre da tutti arriva l’invito a vedere la Fioritura nei giorni feriali, per quelli festivi c’è un piano che riguarda solo il versante nursino.

Fioritura Castelluccio 2021, l’incontro in Prefettura a Perugia

L’ultimo incontro tra le istituzioni interessate si è tenuto nel pomeriggio di martedì 22 giugno presso la Prefettura di Perugia. Presenti tutte le componenti istituzionali della regione Umbria coinvolte, le forze dell’ordine, il Prefetto di Macerata ed il Capo di Gabinetto del Prefetto di Ascoli Piceno.

Fioritura Castelluccio, il monito di Legambiente “Evitiamo lo scempio…”

Il Prefetto di Perugia, dott. Armando Gradone ha riepilogato la situazione a beneficio di tutti i presenti e di quanti partecipavano da remoto, ricordando che i primi incontri promossi dal presidente del Parco Nazionale Monti Sibillini e dal Sindaco di Norcia,risalivano a novembre 2020 e che successivamente, quando sembrava che il quadro si fosse composto, per sua iniziativa si è riusciti a tenere un tavolo con i Prefetti di Ascoli e Macerata, le Regioni e ProCiv Umbria e Marche, i Presidenti delle tre Province, il Presidente del Parco e della Comunanza Agraria di Castelluccio, i Sindaci dei comuni di Arquata del Tronto, Castelsantangelo sul Nera, Norcia e le forze dell’ordine.

Le proposte di Norcia

Il Comune di Norcia, all’esito degli approfondimenti compiuti anche dalla Prefettura di Perugia in merito alla sentenza della Corte di Appello per gli Usi Civici, – viene ricordato in una nota diffusa dai partecipanti all’incontro del 22 giugno – ha presentato la proposta di un Piano di Protezione Civile tratto dai contenuti del PAMS (Piano di Azione per la Mobilità Sostenibile) approvato dal Comune di Norcia il 20/06/2016, contenuti discussi e distribuiti nei precedenti incontri istituzionali e non.

“Tale Piano, per il 2021 e per macro fasi, prevedeva: 1) libero accesso per residenti, dimoranti ed esercenti attività economiche locali; per soggetti non deambulanti, per chi avesse raggiunto Castelluccio a piedi, in bici o in moto e per chi avesse la prenotazione in strutture di ristorazione e ricettive oltre ai bus turistici. 2) Obbligo di prenotazione attraverso la piattaforma “ParchiAperti.it” di federparchi, per accedere ai parcheggi individuati sulla corona dei Piani, nei territori delle tre Province. 3) Istituzione a cura delle Regioni Marche ed Umbria di un servizio di TPL a pagamento in modalità “navette” da tutti i luoghi di parcheggio per raggiungere il Pian Grande ed il Centro abitato di Castelluccio. 4) Installazione di servizi igienici in tutti i parcheggi e sul Pian Grande. 5) Copertura segnale WiFi ai varchi di controllo e nel Pian Grande. 6) Apposizione di segnaletica di riferimento. 7) Istituzione servizio di pronto intervento sanitario sul posto. 8) Presenza del Soccorso Alpino Italiano e dei Volontari di Protezione Civile per le attività di logistica, presidio del territorio e supporto alle forze dell’ordine, e molto altro ancora”.

Piano bocciato dalle Marche

Purtroppo tale Piano lo scorso 4 giugno – viene spiegato – non ha trovato la condivisione delle Province di Ascoli e Macerata che si sono dette, di insieme con i rispettivi Sindaci, assolutamente contrarie ad ogni iniziativa che non contemplasse il libero transito, senza possibilità di sosta e di fermata, indistintamente per tutti i giorni della settimana.

Pur comprendendo e condividendo le ragioni e preoccupazioni rappresentate a sostegno di tale presa di posizione, a nulla sono valsi i tentativi di mediazione di un tavolo così altamente rappresentativo e così importante. La Prefettura di Ascoli Piceno e la Regione Marche, con due distinte note, nei giorni scorsi, hanno ribadito questo concetto.

Fioritura Castelluccio 2021, gli accessi dal versante umbro

Preso pertanto atto dell’impossibilità di poter procedere diversamente anche per la ristrettezza dei tempi utili, il Tavolo Umbro, dopo ulteriore, approfondita disamina, ascoltati i pareri delle forze dell’ordine, ha disposto di applicare il Piano sopra descritto (evidentemente con alcuni adattamenti) per i week end del 3/4 e 10/11 luglio, stimando che in quei due fine settimana, visto lo stato attuale della fioritura, si dovrebbe registrare il maggior afflusso di persone.

Il 3 e 4 luglio ed il 10 e 11 luglio, pertanto, a causa della mancata adesione degli Enti del versante Marchigiano, in auto, non sarà possibile accedere a Castelluccio, né da Castel Sant’Angelo sul Nera, né da Arquata del Tronto-Montegallo. Resterà consentito l’accesso anche da questi varchi ai soggetti autorizzati come sopra descritti.

Parcheggi e giorni feriali

In tutti gli altri giorni sarà consentito il libero accesso a tutti gli autoveicoli, da tutti i varchi, senza però possibilità di sosta o di fermata. Resteranno ovviamente disponibili i parcheggi individuati nel territorio del Comune di Norcia, a Norcia capoluogo, Monti del Sole, Forca Canapine e Scentinelle.

La Regione Umbria, attraverso l’Assessorato alle Infrastrutture e Trasporti, ha dato piena disponibilità per favorire la migliore fruibilità viaria e logistica e quindi consentire di godere appieno del meraviglioso spettacolo della Fioritura. Non sarà previsto tuttavia, almeno inizialmente in questi giorni, il servizio navetta che potrà essere invece organizzata nei due week end previsti.

Senza la partecipazione di tutti i soggetti interessati alla gestione congiunta degli accessi, sarà più difficile, far funzionare al meglio il Piano.

Ci permettiamo pertanto di consigliare, a quanti potranno, – spiegano i partecipanti all’incontro del 22 giugno – di recarsi a vedere lo stupendo spettacolo della fioritura, nei giorni feriali. Questo ci aiuterà significativamente a garantire maggiore ordine e sicurezza.

Siamo certi che gli incontri propedeutici alle giornate della Fioritura 2021 e le iniziative poste in essere nel tentativo di distribuire i flussi di persone presenti contemporaneamente sui Piani di Castelluccio, saranno comunque preziosi come base per tornare a confrontarci già dal prossimo mese di settembre. Le valutazioni riguardo alle iniziative intraprese, saranno utili per riuscire a garantire le migliori soluzioni e quindi dare piena soddisfazione ai territori interessati.

Nei prossimi giorni saranno pubblicati e resi noti utili, ulteriori dettagli, la data e la modalità di prenotazione”.

(foto di repertorio – Fioritura Castelluccio 2020)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!