Ecco le dieci priorità di Aldo Amoni - Tuttoggi

Ecco le dieci priorità di Aldo Amoni

Redazione

Ecco le dieci priorità di Aldo Amoni

"Impegni e stanziamenti concreti da concretizzare nei primi sei mesi"
Mar, 20/05/2014 - 15:08

Condividi su:


“Appena eletti approveremo subito dieci provvedimenti concreti, mantenendo così gli impegni presi in questi giorni. Li mettiamo nero su bianco e mettiamo a fianco anche le cifre precise che intendiamo stanziare. Nessuno lo aveva mai fatto prima – spiega il candidato sindaco Aldo Amoni – ma noi non siamo politici, non abbiamo tessere di partito e l’unico vincolo che abbiamo è quello con i nostri concittadini e la nostra amata Foligno”.

Case popolari fuori dal centro storico – “Nei primi trenta giorni – assicura Amoni – faremo una delibera specifica per concordare con l’Ater Umbria, il riposizionamento delle case popolari oggi presenti nel centro storico, consentendo così una valorizzazione del salotto buono della città. In questo modo inoltre, eviteremo che si verifichino nuovamente, i problemi nelle classi scolastiche dove vi è un’enorme disparità tra numero di studenti italiani e quello di studenti stranieri”.

Chiusura insediamenti nomadi abusivi – “Garantiremo la sicurezza in maniera concreta – prosegue il candidato di Amoni Sindaco ed Obiettivo Comune – un esempio tra tutti: chiuderemo immediatamente gli insediamenti nomadi abusivi e/o illegali e mai autorizzati ai sensi della legge regionale dell’Umbria”.

150mila euro agli oratorii ed alla  Caritas – “Gli oratorii e le opere sociali caritatevoli promosse dalla Caritas svolgono un’attività estremamente importante per tutti i cittadini. Il Comune – prosegue – deve rendersi disponibile per divulgare, condividere e sostenere queste realtà e le loro lodevoli iniziative. Nel corso dei primi sei mesi metteremo a disposizione la somma di 150mila euro”.

Riduzione delle tasse – C’è l’impegno – messo nero su bianco – a ridurre le tasse alle imprese concentrandosi su Imu, Irpef, Tares, Tasi e Tari

Dimezzamento compensi –  Come annunciato nei giorni scorsi, sia lo stesso Amoni che i 48 candidati al consiglio comunale delle liste collegate si dimezzeranno del 50% le indennità così come i compensi di sindaco ed assessori

Contributi alle famiglie – Il programma elettorale prevede di assegnare la cifra di 400 euro alle famiglie più disagiate del Comune di Foligno, individuandole secondo precisi criteri e priorità.

Priorità lavoro – “Tra le priorità che ho voluto inserire e che sono anche alla base del mio impegno diretto in prima persona ci sono i temi dello sviluppo economico – dichiara Amoni – proprio per questo abbiamo fatto analizzare cifra per cifra il bilancio comunale e siamo riusciti tagliando sprechi e costi improduttivi, a ricavare un milione di euro che metteremo a disposizione delle imprese per sgravare il carico fiscale e facilitarle nelle nuove assunzioni. Vareremo subito un progetto di startUp moderno ed efficiente che consentirà ai più giovani di seguire percorsi lavorativi con le massime agevolazioni”.

Mantenimento distretti sanitari frazionali

Uffici comunali nelle frazioni – “E’ vero che con le nuove tecnologie molte operazioni burocratiche possono essere fatte da casa ma è anche vero che tanta gente non ha gli strumenti nè le conoscenze necessarie – fa notare Aldo Amoni – e comunque le zone della montagna e della periferia hanno bisogno di sentire e vedere la presenza del’amministrazione comunale. Abbiamo già individuato locali e strutture adatte ad ospitare funzionari e vigili urbani che potranno mettersi a servizio della cittadinanza con turnazioni di postazione, di orario e di giornata per coprire l’intero territorio”.

Al  Turismo 200mila euro – “Il settore turistico ha bisogno di una vera promozione e Foligno ha tutte le carte in regola per giocare un ruolo da protagonista, dalla convegnistica al turismo sportivo, dai grandi eventi alla bellezza del paesaggio e dei monumenti – fa notare il candidato sindaco – noi abbiamo elaborato progetti specifici con esperti del settore e metteremo subito sul piatto risorse per duecentomila euro che sapranno in breve riportare benefici economici all’intero territorio”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!