Deruta, giovanissimo spacciatore fermato dai Carabinieri di Todi

Deruta, giovanissimo spacciatore fermato dai Carabinieri di Todi

Aveva hashish per confezionare 240 dosi | Condannato dal Tribunale di Spoleto


share

I militari della Stazione Carabinieri di Todi, in prossimità di un parco pubblico di Deruta, hanno sorpreso un giovane 19enne proprio nel momento in cui stava spacciando una dose di hashish, ad un tossicodipendente del luogo, quest’ultimo poi segnalato alla Prefettura di Perugia per uso personale di sostanza stupefacente.

Nel corso delle successive perquisizioni i militari hanno trovato in possesso del ragazzo  altri 30 grammi circa della stessa sostanza suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata.

La droga è stata sottoposta a sequestro e dagli esami di laboratorio effettuati è risultato che se ne potevano ricavare 240 dosi.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ha coordinato le attività, è stato condotto presso la propria abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo tenutosi nella giornata di ieri presso il Tribunale di Spoleto in cui è stata confermata la responsabilità di quanto contestato e condannato all’obbligo della presentazione alla P.G. tre volte a settimana.

share

Commenti

Stampa