Che Dio ci aiuti 5 ad Assisi, in campo 30mila euro ma si punta all'esclusiva nel 2019 - Tuttoggi

Che Dio ci aiuti 5 ad Assisi, in campo 30mila euro ma si punta all’esclusiva nel 2019

Sara Fratepietro

Che Dio ci aiuti 5 ad Assisi, in campo 30mila euro ma si punta all’esclusiva nel 2019

Lunedì arriva la troupe della fiction Che Dio ci aiuti, ecco dove si gira e le modifiche alla viabilità | In città anche le riprese di Capitali d’Italia
Sab, 20/10/2018 - 11:44

Condividi su:


Che Dio ci aiuti 5 ad Assisi, in campo 30mila euro ma si punta all’esclusiva nel 2019

Trentamila euro sul piatto della bilancia per portare per una settimana le riprese di Che Dio ci aiuti 5 ad Assisi. Con l’obiettivo di trasferire nella città serafica l’intero set, nel 2019, della sesta stagione, che a questo punto sembra essere confermata a dispetto dei rumors che davano la quinta come l’ultima. È il succo dell’accordo tra la Lux Vide ed il Comune di Assisi, siglato dopo le anticipazioni di Tuttoggi.info sulle riprese in programma a partire dal 22 ottobre.

Come infatti rivelato in anteprima da queste colonne nei giorni scorsi, lunedì inizieranno le riprese – finora effettuate nel Lazio e che dureranno una settimana – della nota fiction prodotta dalla Lux Vide con protagonista Elena Sofia Ricci, ‘crossover’ di Don Matteo (prodotto sempre dalla società di Matilde e Luca Bernabei) e girato in questi anni tra Gubbio e Spoleto. I telespettatori che seguiranno Che Dio ci aiuti 5 (in onda su Rai Uno nel 2019 con 20 episodi e 10 puntate), quindi, vedranno anche le bellezze di Assisi far da scenario alle vicende dei protagonisti. Ma l’obiettivo dell’amministrazione comunale guidata da Stefania Proietti è quello di trasferire l’intero set di Che Dio ci aiuti 6 (la cui effettiva realizzazione però dipenderà presumibilmente anche dagli ascolti della stagione che ancora si sta girando) nella città di San Francesco. A rivelarlo è la delibera di Giunta del 18 ottobre con la quale viene di fatto ratificato l’accordo con la Lux Vide.

L’accordo tra il Comune e la Lux Vide

Premessa della delibera di Giunta è una nota della società di produzione in cui si “afferma che loro volontà è di ricercare, nel territorio italiano, luoghi di forte impatto visivo partendo dalla primaria esigenza di mantenere un elevato livello qualitativo e l’opportunità di condividere con le realtà locali un forte legame umano e di rispetto delle peculiarità e caratteristiche identitarie” e che la città di Assisi è stata individuata “quale luogo ideale delle riprese sia per la riconosciuta presenza religiosa e l’immagine spirituale nel mondo, sia per i luoghi nascosti e poco conosciuti di rara bellezza ed importanza culturale di cui la nostra città è ricca e preziosa custode“.

L’accordo prevede quindi l’assistenza logistica da parte del Comune per sei giorni, dal 22 al 27 ottobre, con riferimento ai permessi di occupazione suolo pubblico e di assistenza alle riprese da parte della polizia locale, di personale tecnico ed operativo e di associazioni del territorio per consentire il regolare svolgimento delle riprese. Ma anche un contributo “finalizzato esclusivamente all’ospitalità per il personale operativo che risiederà in città per la settimana delle riprese“. Contributo che la Giunta comunale ha quantificato e concesso in 30mila euro, visto che, si legge nella delibera di Giunta “intendimento della Lux Vide è quello di improntare una collaborazione fattiva e duratura in termini esclusivi per la realizzazione della serie successiva (la sesta), di futura produzione a partire dall’anno 2019″. I soldi utilizzati saranno quelli dei proventi dell’imposta di soggiorno, come condiviso anche dall’apposito Osservatorio nella riunione che si è tenuta martedì scorso.

I luoghi delle riprese e le modifiche alla viabilità

Il Comune di Assisi ha quindi predisposto un’apposita ordinanza che regolamenta la viabilità nel capoluogo ed a Santa Maria degli Angeli per la prossima settimana in concomitanza con i luoghi scelti come set.

Nel dettaglio, lunedì 22 ottobre si registrerà nella zona di Porta Perlici. In particolare è previsto il divieto di sosta e circolazione in via del Comune Vecchio, vicolo Bovi, Via Montecavallo (dalle 12 alle 20), piazza Matteotti, via Eremo delle Carceri (ore 12 – 24), via Villamena (ore 19 – 24). Martedì 23 ore l’area interessata sarà invece quella di via Alessi (ore 12 – 20, dall’intersezione con via Sermei al civico 12). Mercoledì 24 ottobre riprese in pieno centro: piazza del Comune (ore 12 – 24), via San Paolo, via San Gabriele dell’Addolorata (12 – 20), corso Mazzini (14 – 20). Giovedì 25 ottobre le registrazioni di Che Dio ci aiuti 5 sono in programma in viale Marconi (ore 8 – 19), piazza San Pietro, via Nicolini (8 – 19), piaggia San Pietro, Borgo San Pietro (dalle 12 a fine riprese), piazza Vescovado (dalle 12). Sabato 27 ottobre cast e troupe si sposteranno invece a Santa Maria degli Angeli, in via Los Angeles, dove è previsto il divieto di sosta e circolazione dalle 9 alle 16.

Clicca qui per leggere l’ordinanza integrale sulla viabilità

Il Comune fa sapere che tali modifiche saranno limitate alle esigenze di ripresa di Lux Vide e non limiteranno in alcun modo i servizi essenziali quali, per esempio, gli scuolabus e i servizi di trasporto di ogni genere: il trasporto pubblico, ove necessario, verrà effettuato su linee alternative per garantire ai cittadini un servizio comunque soddisfacente.

Riprese anche per Marco Polo Tv

Ad Assisi però la prossima settimana non arriveranno solo i protagonisti di Don Matteo 5 (oltre ad Elena Sofia Ricci, Valeria Fabrizi, Francesca Chillemi, Cristiano Caccamo, Arianna Montefiori, Gianmarco Saurino e Christian Monaldi). Lunedì e martedì, infatti, anche Marco Polo Tv sarà ad Assisi con la trasmissione Capitali d’Italia, condotta dal giornalista Paolo Notari. La città di San Francesco è stata scelta per le sue eccellenze storiche, culturali ed artistiche e per questo simbolicamente candidata a ‘Capitale d’Italia’. Un’altra conferma del ruolo strategico che Assisi ricopre dal punto di vista artistico e culturale nel panorama italiano e internazionale.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!