Da Bastia la difesa contro il Coronavirus

Da Bastia la difesa contro il Coronavirus

Redazione

Da Bastia la difesa contro il Coronavirus

Da Ideattivamente, con l'aiuto del Comune, scuole e Università, officina in 3D per trasformare le maschere da snorkeling
Gio, 02/04/2020 - 17:56

Condividi su:


Da Bastia la difesa contro il Coronavirus

Dall’azienda bastiola (e con un punto vendita a Santa Maria degli Angeli) IdeAttivaMente un aiuto concreto per cimbattere il Coronavirus. La start-up specializzata nell’innovazione didattica-tecnologica e nel gioco educativo, ha iniziato a produrre con tecnologia di stampa in 3D valvole per la modifica delle maschere da snorkeling donate da Decathlon Italia. Maschere che, riadattate secondo un brevetto definito a Brescia, possono essere utilizzate a scopo sanitario, grazie alla collaborazione con il Comune d i Bastia Umbra e il locale Gruppo di volontari di Protezione civile.

Una sfida giocata da tutte le regioni per riconvertire velocemente maschere da snorkeling in dispositivi utili a garantire un supporto alle strutture ospedaliere. Al momento le maschere vengono impiegate come respiratori per le persone che si trovano in terapia intensiva, ma sono allo studio anche altre applicazioni.

Il progetto in Umbria viene coordinato dal Tucep di Perugia, il consorzio inter-universitario nel quale convergono anche Enti pubblici e aziende private, in raccordo con il Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia.

Come è nata l’officina con stampanti in 3D

IdeAttivaMente – spiega Giacomo Piccioni socio fondatore – si è messa subito a disposizione grazie ai costanti rapporti con la rete dei maker, i famosi artigiani digitali. Avevamo visto il progetto già adottato a livello nazionale e ci siamo messi a fare delle prove di stampa nel nostro piccolo andando a riprendere le maschere da snorkeling in cantina. Quando è arrivata l’opportunità di essere a supporto dell’iniziativa eravamo pronti. Abbiamo solo chiesto aiuto alla rete di scuole con le quali già collaboriamo nel nostro territorio e in poco tempo abbiamo costruito una vera e propria officina con stampanti 3D messe presidiate e al lavoro H24. Voglio ringraziare per questo i dirigenti scolastici dell’Istituto comprensivo Assisi 2, professoressa Chiara Grassi, e dell’Istituto comprensivo Torgiano-Bettona, professoressa Silvia Mazzoni, che ancora una volta hanno creduto in noi”.

Formazione per la didattica a distanza nelle scuole

Nel frattempo IdeAttivaMente, proprio in questi giorni, prosegue l’opera di formazione di centinaia di docenti e genitori afferenti a diversi Istituti scolastici umbri che stanno utilizzando piattaforme per la didattica a distanza ed in particolare lo strumento Google Suite for Education.

Il sindaco di Bastia Umbra, Paola Lungarotti, esprime tutta la vicinanza a questa lodevole iniziativa consapevole, ancora una volta, dell’importanza di avere nel territorio realtà produttive così giovani e allo stesso tempo innovative.

(foto dalla pagina Facebook del Comune di Bastia Umbra)


Condividi su: