Crisi Panetto &Petrelli, chiesto Concordato senza continuità di attività - Tuttoggi

Crisi Panetto &Petrelli, chiesto Concordato senza continuità di attività

Redazione

Crisi Panetto &Petrelli, chiesto Concordato senza continuità di attività

Mar, 17/12/2013 - 15:36

Condividi su:


Dopo la nota inviata dalle organizzazioni sindacali in merito all’incontro avuto in data odierna dalle OO.SS. con la direzione della nuova Panetto & Petrelli, il sindaco Benedetti esprime forte preoccupazione per la situazione che interessa i lavoratori dell’azienda. “La richiesta di concordato senza continuità di attività, fatta dalla proprietà in attesa della nomina del commissario, è un’impasse che rischia di aumentare la situazione di indeterminatezza e di frustrazione che stanno vivendo i lavoratori, per questo auspico un tempestivo incontro tra Commissario e sindacati per sbloccare una situazione che continua a gravare sui dipendenti della storica tipografia. Bisogna agire in fretta e fare chiarezza sia in termini di piano di sviluppo industriale sia in termini di prospettive occupazionali per questo è necessario l’impegno delle massime istituzioni, a cominciare dal Governo e dalla Regione che ho intenzione di incontrare e ricoinvolgere immediatamente”.

Questa la nota diramata dai sindacati: Le scriventi O.O.S.S. Slc-Cgil, Fistel Cisl, Uilcom-Uil in data 17 dicembre hanno avuto un incontro con la direzione della Nuova Panetto & Petrelli Spa, la quale ha ufficialmente comunicato che è stata presentata una richiesta di concordato senza continuità di attività, che comporterà inevitabilmente nei prossimi giorni la cessazione dell'attività produttiva e che non consente nessun tipo di gestione, compresa quella ordinaria, fino alla nomina del commissario, il quale unico soggetto predisposto può procedere al pagamento dei salari e all'apertura delle procedure per gli ammortizzatori sociali usufruibili, considerato il gravissimo disagio economico e di prospettive in cui versano tutti i dipendenti. Le scriventi O.O.S.S. auspicano di confrontarsi con il commissario prima possibile.

Ex Pozzi, allarme tredicesime – “Auspichiamo che quanto prima la l'I.M.S. e l'Isotta Fraschini procedano al pagamento degli stipendi e delle tredicesime, per poter garantire a lavoratori e alle loro famiglie un Natale più sereno di quello vissuto lo scorso anno quando i pagamenti vennero rimandati a dopo le festività natalizie”. Si rivolgono direttamente alla proprietà il Sindaco Daniele Benedetti e i rappresentanti sindacali di Cgil (Ulisse Mazzoli), Cisl (Pierpaola Pierantozzi) e Uil (Daniele Brizi) per scongiurare un Natale di difficoltà e nuovi sacrifici alle famiglie dei lavoratori dell'Industrie Metallurgiche Spoleto e dell'Isotta Fraschini. “Quello che sta volgendo al termine è stato un anno difficilissimo durante il quale, nonostante l'impegno e l'attenzione manifestata dall'amministrazione comunale e dalle rappresentanze sindacali, gli operai hanno continuato a vivere una situazione di incertezza e di discontinuità lavorativa. Manifestiamo tutta la nostra preoccupazione e tutta la nostra vicinanza agli operai e alle loro famiglie sollecitando pubblicamente la proprietà affinché, in questo ultimo scorcio di 2013, faccia fronte ai pagamenti degli stipendi dovuti ai propri lavoratori”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!