Coronavirus a scuola, le indicazioni della Regione su casi sospetti e rientro

Casi sospetti di Coronavirus a scuola, nuove indicazioni dalla Regione

Redazione

Casi sospetti di Coronavirus a scuola, nuove indicazioni dalla Regione

Mar, 22/09/2020 - 17:13

Condividi su:


Casi sospetti di Coronavirus a scuola, nuove indicazioni dalla Regione

Nel provvedimento, che ha decorrenza fino al 7 ottobre 2020, vengono fornite indicazioni applicative relativamente alle misure di prevenzione all’interno dell’ambito scolastico e al rientro a scuola

Nuove indicazioni operative dalla Regione Umbria in riferimento ai casi sospetti di Coronavirus tra gli studenti ed in particolare in merito al rientro a scuola.

Caos scuola, la protesta dei prof precari
Mercoledì altra notte di passione

La presidente Donatella Tesei, infatti, ha firmato oggi, 22 settembre, l’Ordinanza n.55 che contiene ulteriori misure, e relative indicazioni operative, per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, con particolare riferimento alle scuole.

Covid, l’aggiornamento sui contagi in Umbria

Coronavirus a scuola, ordinanza su focolai e rientro

Nel provvedimento, che ha decorrenza fino al 7 ottobre 2020, vengono fornite indicazioni applicative relativamente alle: misure di prevenzione all’interno dell’ambito scolastico; ai referenti Covid Scuola e referenti Covid ASL; alle modalità di risposta ad eventuali casi e focolai di Coronavirus in ambiente scolastico ed alle modalità di riammissione a scuola.

L’ordinanza prevede:

  • Le scuole di ogni ordine e grado dell’Umbria devono attenersi rigorosamente a quanto previsto dall’allegato 21 del D.P.C.M. del 7 agosto 2020, come integrato dal D.P.C.M del 7 settembre 2020 ed alle indicazioni operative – gestione casi e focolai in ambiente scolastico, allegate quale parte integrante e sostanziale al presente atto.
  • La riammissione a scuola è consentita nel rispetto delle direttive di cui al comma 1 del presente articolo e previa compilazione, nei casi previsti, dell’autocertificazione riportata nelle suddette indicazioni, parte integrante e sostanziale del presente atto.

Le indicazioni operative della Regione Umbria

Nel documento allegato all’ordinanza, che contiene le indicazioni operative sulla prevenzione e gestione dei casi di Coronavirus a scuola, vengono ricordati in primis i “metodi più efficaci per il contenimento della pandemia”. Vale a dire distanziamento, uso della mascherina, lavaggio delle mani.

Si specifica inoltre la sintomatologia con la quale gli studenti non devono recarsi a scuola: “La temperatura, che deve essere misurata prima di recarsi a scuola, non deve superare i 37,5 °C associata o meno a sintomi compatibili con infezione da Covid (febbre superiore a 37 °C e/o con sintomi respiratori acuti con tosse e rinite con difficoltà respiratoria, vomito caratterizzato da episodi ripetuti accompagnati da malessere, diarrea con tre o più scariche con feci liquide o semiliquide, perdita di gusto ed olfatto in assenza di raffreddore, cefalea intensa)”.

Con il raffreddore si può andare a scuola

Si cerca dunque di limitare l’esclusione dalle lezioni e dall’ambito scolastico soprattutto dei bambini più piccoli, dopo che in questi primi giorni non sono stati rari gli allontanamenti dalle classi per sintomatologie riconducibili a malesseri stagionali.

Ed infatti il documento specifica: “Si ricorda che soprattutto nei bambini da 0 a 6 anni la sola rinorrea (raffreddore) è condizione frequente e non può essere sempre motivo in sé di non frequenza o allontanamento dalla scuola”.

Viene poi ribadito che “la misurazione della temperatura e la routinaria rilevazione dello stato di salute è una precisa responsabilità della famiglia e costituisce regola fondamentale di convivenza sempre. Per sensibilizzare i genitori è stata prodotta specifica informativa di cui si allega copia. La convivenza con una persona positiva al Covid è motivo di esclusione dalla frequenza scolastica. I conviventi di soggetti positivi debbono osservare un periodo di isolamento domiciliare di 14 giorni dall’ultimo contatto con il caso e la riammissione alla vita in comunità potrà avvenire secondo le indicazioni del Servizio Igiene e Sanità Pubblica che ha disposto l’isolamento domiciliare. I conviventi di contatti stretti di un caso positivo al Covid non sono soggetti ad isolamento domiciliare”.

Gli eventuali focolai di Coronavirus a scuola

In caso di malessere di un alunno durante la presenza a scuola l’alunno deve essere isolato in apposita area e munito di mascherina chirurgica. Deve essere immediatamente informato il Referente Coronavirus a Scuola. La misurazione della temperatura deve essere eseguita da personale formato e munito di mascherina. In caso di febbre e/o presenza di sintomi Covid compatibili, si procede a chiamare i genitori che dovranno chiamare tempestivamente il Pediatra o Medico di MG per la valutazione del caso, ivi compresa la possibilità di richiedere la esecuzione di un tampone. Qualora si tratti di un bambino piccolo o un alunno con difficoltà o che abbia comportamenti che aumentino il rischio di contagio, l’adulto incaricato della misurazione della temperatura e di restare con lui in attesa dei genitori, potrà fare uso di dispositivi addizionali come guanti o visiera. L’area utilizzata per il temporaneo isolamento deve essere oggetto di sanificazione straordinaria e sottoposta ad areazione.

Qualora il tampone sull’alunno allontanato o su alunni controllati in quanto sintomatici a domicilio risulti positivo, il Servizio Igiene Pubblica provvederà ad attivare l’indagine epidemiologica per individuare ed isolare i contatti stretti rapportandosi con il Referente Covid Scuola informando il Dirigente Scolastico. Ogni decisione rispetto ai contatti da porre in isolamento è di competenza del Servizio Igiene e Sanità Pubblica. Eventuali necessità di intraprendere provvedimenti che interessano l’intero plesso scolastico dovranno essere concertate con il Dirigente scolastico. I contatti di un contatto stretto di un caso non sono soggetti a nessun provvedimento contumaciale.

La riammissione a scuola

In caso di sintomatologia riconducibile a Covid, che abbia determinato l’allontanamento di un alunno dalla scuola, il Pediatra o Medico di medicina generale valuta se richiedere la esecuzione di tampone diagnostico. Successivamente si potranno verificare le seguenti situazioni:

  • Tampone positivo: il caso viene preso in gestione dal Servizio Igiene e Sanità Pubblica e la riammissione avverrà solo a seguito di scomparsa dei sintomi e due tamponi con esito negativo eseguiti a distanza di 24 ore. La relativa certificazione per la scuola viene redatta dal Servizio Igiene e Sanità Pubblica;
  • Tampone negativo: la certificazione per la riammissione a scuola viene redatta dal Pediatra o Medico di MG che attesterà che “il bambini/alunno può rientrare a scuola poiché è stato seguito il percorso diagnostico terapeutico e di prevenzione per Covid”. Nella fascia di età 0 – 6 anni, in caso di assenza superiore a 3 giorni, determinata da sintomatologia non riconducibile a Covid, il Pediatra o Medico di MG gestirà la situazione come normalmente avviene concordando con le famiglie, in base alla evoluzione del quadro clinico, il rientro a scuola. La riammissione avverrà previa presentazione di autocertificazione dei genitori (si allega informativa e modello). Analoga autocertificazione nella fascia di età 0 – 6 anni sarà prodotta dai genitori per assenze superiore a 3 giorni non determinate da motivi di salute.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!