Coronavirus, la Polizia di Stato di Assisi ringrazia i cittadini: "Grande coraggio e senso civico" | Video - Tuttoggi

Coronavirus, la Polizia di Stato di Assisi ringrazia i cittadini: “Grande coraggio e senso civico” | Video

Flavia Pagliochini

Coronavirus, la Polizia di Stato di Assisi ringrazia i cittadini: “Grande coraggio e senso civico” | Video

La colonna sonora del video - realizzato dalla scientifica del commissariato assisano - è stata composta e gentilmente donata da un musicista compositore perugino, Filippo Fanò: "Un onore essere stato chiamato"
Dom, 31/05/2020 - 07:24

Condividi su:


Coronavirus, la Polizia di Stato di Assisi ringrazia i cittadini: “Grande coraggio e senso civico” | Video

Un ringraziamento ai cittadini di Assisi, per essersi comportanti con coraggio e civiltà durante la prima fase dell’emergenza. Che è diventato anche un ringraziamento alle forze dell’ordine, per il loro lavoro. Lui è il Maestro Filippo Fanò, origini salentine e perugino di adozione, diplomatosi al Conservatorio di Perugia, residente a Barcellona da dieci anni, che ha composto la musica di un video girato dai poliziotti della scientifica del commissariato della Polizia di Stato di Assisi per ringraziare i residenti della città Serafica, e di tutte le città di cui gli agenti agli ordini del vicequestore aggiunto Francesca Domenica di Luca si occupano, per la loro collaborazione nella prima fase della pandemia di Coronavirus.

Fanò ha “da sempre coltivato curiosità e interesse verso i linguaggi musicali popolare ha scritto più o meno per ogni tipo di formazione – soprattutto in ambito teatrale – componendo, dirigendo e interpretando le musiche di scena di oltre 30 diverse produzioni. Da quando risiede in Catalogna si è esibito nei più importanti festival, teatri e sale della regione“. Ora la scelta della musica per un video della Polizia di Stato di Assisi, nata da una strada ‘congiunzione astrale’.

Filippo Fanò: “Come è nata la musica del video della Polizia di Stato di Assisi”

Si tratta di un video di ringraziamento nato dal rapporto di amicizia che mi lega al vicequestore Di Luca, da tempo amica di mia moglie e successivamente mia“, spiega Fanò a Tuttoggi.info. “Quando Francesca mi ha mostrato il video sono stato contentissimo e mi ha fatto molto piacere che abbia chiesto la mia collaborazione. Le immagini della polizia scientifica sono spettacolari e ovviamente conosco Assisi benissimo, avendo partecipato sin da piccolo a qualche Marcia della Pace e avendo molti amici nella città serafica, come Pino Menzolini con cui abbiamo fatto svariati reading musicali“.

Quando il filmato è stato montato, Fanò si è “lasciato ispirare dal prodotto finito” e ha arrangiato la musica scritta per uno spettacolo di Elisabetta Vergani, L’infinita speranza di un ritorno, un itinerario poetico nella vita di Antonia Pozzi (“che per inciso speriamo di riportare presto a teatro“, dice il Maestro). “Quando ho risentito quella musica ho provato una particolare connessione con essa. L’ho quindi ‘rispolverata’ e adattata alle immagini di Assisi, creando un nuovo arrangiamento originale cucito su misura per il video“. Nasce così Assisi, grazie, la musica che accompagna il filmato di ringraziamento della Polizia di Stato di Assisi diffuso qualche giorno fa dalla Questura di Perugia.

“Spero presto di tornare in Umbria”

Oltre alla collaborazione con la Polizia di Stato di Assisi Fanò, che ha composto tre diverse opere musicali originali su commissione della Fondazione Perugia Musica Classica: Giungla (di e con Roberto Anglisani, debutto Maggio 2015); I Ragazzi della Via Pàl (di e con Francesco “Bolo” Rossini, debutto Maggio 2018); Tony&Maria (ispirata a West Side Story di L.Bernstein, debutto Maggio 2019), spera presto di tornare a Perugia, dove prima del ‘blocco’ imposto dalla pandemia avrebbe dovuto presentare, a Fontivegge nel mese di luglio in concomitanza con Umbria Jazz, una storia della musica jazz riadattata.

L’iniziativa fa parte del progetto “Jazz and Kids” proposto dal secondo circolo didattico in collaborazione con Umbria jazz e gestito sul fronte didattico dall’Associazione La Banda degli Unisoni di Perugia. Finanziato dalla SIAE, era partito nell’ottobre 2019 e vedeva un’azione didattica capillare in tutte le quarte e quinte delle Scuole Primarie del Secondo Circolo Didattico. Obiettivo: conoscere il jazz, ascoltandolo e cantandolo fino ad arrivare all’esecuzione di un’opera prima originale sui linguaggi del jazz e da eseguire in prima nazionale assoluta per Umbria jazz 2020. Parallelamente preparare una piccola band di musicisti da zero e portarli sul palco di Umbria jazz nella sezione Jazz for kids.

Il progetto, guidato da Francesca Rossi, è stato realizzato in quasi tutte le sue parti. I 320 ragazzi del coro si sono già esibiti cantando importanti standard jazz e brani originali in un concerto natalizio. L’operina jazz è stata interamente composta da un collaudato team che ha al suo attivo cinque progetti discografici: oltre a Filippo Fanò con la musica, vede la presenza di Francesca Rossi – testi canzoni e Mirko Revoyera – testo letterario.


Condividi su: