Controllo del vicinato, rinnovato il protocollo di Foligno e Gualdo Cattaneo

Controllo del vicinato, rinnovato il protocollo di Foligno e Gualdo Cattaneo

Redazione

Controllo del vicinato, rinnovato il protocollo di Foligno e Gualdo Cattaneo

Gio, 24/09/2020 - 17:45

Condividi su:


Controllo del vicinato, rinnovato il protocollo di Foligno e Gualdo Cattaneo

Dopo l’escalation di violenza in piazza Matteotti e i recenti episodi di degrado, nella Prefettura di Perugia, sono stati sottoscritti gli atti di rinnovo dei Protocolli d’Intesa per “Il Controllo di Vicinato“, tra il Prefetto, Armando Gradone e i  Sindaci dei Comuni di Foligno e di Gualdo Cattaneo, Stefano Zuccarini ed Enrico Valentini.

Accordi biennali per sicurezza integrata

Tali Accordi, di durata biennale, già stipulati con 28 comuni della provincia, rappresentano un valore aggiunto nell’ambito del più articolato panorama delle azioni poste a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica: l’obiettivo prioritario, infatti, è quello di realizzare un più ampio sistema integrato di sicurezza urbana, affiancando agli interventi di competenza esclusiva delle Forze di Polizia le iniziative dei cittadini, volte a favorire e migliorare il circuito informativo, al fine di prevenire e contrastare fenomeni di illegalità in ambito locale. Ciò, soprattutto, attraverso la segnalazione alle Forze dell’Ordine di situazioni sospette, da parte degli abitanti delle aree interessate, anche per mezzo di gruppi di messaggistica istantanea appositamente creati dai comuni.

Collaborazione tra cittadini e istituzioni con il controllo del vicinato

Con tali Intese viene rafforzato il rapporto di collaborazione tra i cittadini e le Istituzioni, nonché valorizzate le forme di controllo sociale, mediante il recupero delle regole di “buon vicinato” e di “attenzione e di protezione collettive”, assicurando un più incisivo e sinergico contrasto a episodi criminosi, in particolare riconducibili alla c.d. criminalità diffusa.

Il prefetto: “Un valido strumento”

Quello della sicurezza pubblica è un bene collettivo alla cui salvaguardia anche i cittadini sono chiamati a concorrere. Tali strumenti pattizi ne costituiscono un valido esempio, disciplinandone le corrette modalità”: è quanto sottolineato dal Prefetto Gradone, nel ringraziare i Sindaci per la fattiva sensibilizzazione delle proprie comunità in ordine a queste tematiche.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!