Confcommercio Valnerina, ecco il nuovo direttivo

Confcommercio Valnerina, ecco il nuovo direttivo

Ringraziato il lavoro svolto negli ultimi anni dall’associazione ed il presidente uscente Fabio Brandimarte | Le attività nel post sisma

share

Assemblea affollata e partecipata per Confcommercio Valnerina, che ha eletto venerdì a Norcia il nuovo direttivo, in carica per i prossimi cinque anni e in rappresentanza degli imprenditori del terziario: commercio, turismo, servizi e professioni.

Gli imprenditori eletti sono sette: Alberto Allegrini (attività ricettiva), Catia Di Giannicola (commercio non alimentare), Alessandro Di Pasquale (bar), Claudia Mannelli (ristorante), Luciano Mannucci (ottico), Gaia Magrelli (attività ricettiva), Catia Ulivucci (commercio alimentare). Una squadra che è pronta a mettersi subito al lavoro su un territorio in questo momento così difficile, eleggerà presto il presidente e definirà i dettagli del proprio programma operativo nei prossimi giorni.

Confcommercio Umbria, presente con il vice presidente Aldo Amoni e il direttore Vasco Gargaglia, ha sottolineato il fatto che l’organizzazione regionale – che sta portando a termine ovunque il processo di rinnovamento e ristrutturazione avviato un anno fa – affianca le imprese, offre servizi e supporto tecnico, ma lascia alle imprese il ruolo da protagoniste sul territorio.  Un ruolo che oggi è centrale, ma lo sarà ancora di più nella fase della ricostruzione delle strutture civili, economiche e sociali del territorio devastato dal terremoto.

Confcommercio, a questo proposito, ha anche ricordato il lavoro già fatto e ha ringraziato il presidente uscente Fabio Brandimarte per l’impegno e la dedizione.

Immediatamente dopo il sisma, Confcommercio ha portato in Valnerina il proprio ufficio mobile per assistere sul posto gli imprenditori colpiti dal sisma, fino a quando non è stato allestito un ufficio nuovo, anche se ancora provvisorio, dove comunque sono stati sempre erogati tutti i servizi Confcommercio.

Per mesi, tecnici della organizzazione si sono dati il cambio in Valnerina per raccogliere le esigenze delle imprese, informarle sulle misure cui possono accedere, assisterle in tutti i passaggi burocratici.

Confcommercio è stata tra i primi soggetti a portare in Valnerina maxi caravan e casette mobili donate da campeggi aderenti al sistema. Alla fine sono state consegnate gratuitamente 41 strutture a imprenditori associati, a loro dipendenti e familiari in difficoltà.

Il lavoro più importante, quello che ancora oggi impegna l’organizzazione, è quello speso nell’assicurare a tutte le imprese la possibilità di accedere a misure in grado di aiutarle a ripartire.

La costituzione della nuova squadra di Confcommercio Valnerina, fermamente decisa a giocare un ruolo di tutto rilievo, è un nuovo importante tassello nel mosaico della ripresa di un territorio dalle straordinarie potenzialità.

share

Commenti

Stampa