Con infarto, ictus e trombosi in corso trovato a terra nel parcheggio dell'ospedale, 65enne salvato - Tuttoggi.info

Con infarto, ictus e trombosi in corso trovato a terra nel parcheggio dell’ospedale, 65enne salvato

Redazione

Con infarto, ictus e trombosi in corso trovato a terra nel parcheggio dell’ospedale, 65enne salvato

Lun, 15/04/2024 - 10:43

Condividi su:


Le equipe del Pronto Soccorso, della Cardiologia e Neurologia hanno optato quindi per una sequenza di procedure atte a riperfondere coronarie e cervello

Si è sentito male mentre era in auto e non riusciva più a parlare: trovandosi impossibilitato a chiedere aiuto, ha deciso di guidare fino all’ospedale di Foligno. Una volta uscito dalla vettura, però, è finito a terra ed è così che è stato trovato, venendo prontamente soccorso dai medici del San Giovanni Battista.

A gesti l’uomo – un 65enne – ha descritto, durante le prime operazioni di soccorso, violenti dolori toracici. Già dopo pochi minuti i sanitari del pronto soccorso gli hanno diagnosticato un infarto miocardico e concomitante ictus cerebrale. Lo studio effettuato in radiologia ha documentato anche trombosi di una carotide. La concomitanza di questi eventi – evidenziano dall’ospedale di Foligno – è una condizione molto rara e può mettere in grave pericolo la vita del paziente oltre che indurre danni neurologici permanenti.

Le equipe del Pronto Soccorso, della Cardiologia e Neurologia hanno optato quindi per una sequenza di procedure atte a riperfondere coronarie e cervello. Le procedure devono essere disposte in modalità tale da non esporre il paziente ad elevati rischi emorragici ed offrire chance di sopravvivenza limitando i postumi della duplice trombosi.

Secondo gli aggiornamenti forniti dal dottor Giuseppe Calabrò, dal dottor Francesco Corea e dal dottor Maurizio Scarpignato le procedure terapeutiche sia di coronarografie che di trombolisi endovenosa hanno avuto successo senza complicanze. Il paziente, sebbene ancora in prognosi riservata, ora è degente nel reparto di Neurologia e Stroke Unit per finalizzare il percorso di profilassi secondaria e riabilitazione.

Il direttore generale facente funzione dell’Azienda Usl Umbria 2 dottor Piero Carsili rivolge un plauso ai professionisti del “San Giovanni Battista” per l’intervento coordinato, altamente complesso e risolutivo che conferma l’efficace ed efficiente organizzazione delle attività del nosocomio e la grande competenza e professionalità degli operatori che garantiscono giorno e notte assistenza qualificata alla popolazione.

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_foligno

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!