Comitato No Inceneritori Terni: "consiglio non rispetta i patti, ancora nessuna risposta" - Tuttoggi

Comitato No Inceneritori Terni: “consiglio non rispetta i patti, ancora nessuna risposta”

Redazione

Comitato No Inceneritori Terni: “consiglio non rispetta i patti, ancora nessuna risposta”

Mer, 28/11/2012 - 12:57

Condividi su:


Comitato No Inceneritori

Stiamo aspettando che il Consiglio Comunale comunichi alla città quando verrà votato l’ordine del giorno che come Comitato No Inceneritori, CittadinanzAttiva, WWf e Italia Nostra abbiamo consegnato al Sindaco lo scorso lunedì ottenendo la sospensione della seduta per una assemblea straordinaria (leggi qui). Durante la riunione aperta con Sindaco, Presidente del Consiglio e capigruppo siamo giunti ad un accordo: un consigliere di maggioranza e uno di minoranza avrebbero firmato l’atto per poterlo presentare in Consiglio ed essere votato entro quindici giorni. Dunque la settimana prossima.

Ad oggi non ci sono notizie, né è stato pubblicato alcunché sul sito del Comune. Ribadiamo che il punto dovrà essere inserito singolarmente, e non accorpato ad altri, tanto più che l’impianto di ARIA spa riprenderà a funzionare a breve e senza i rifiuti urbani, userà infatti come combustibile il pulper (scarto di cartiera). Qualora il nuovo Piano d’Ambito verrà votato infatti, questo non impedirà all’inceneritore di entrare in funzione. Anzi proprio in questi giorni un pennacchio di vapore (così trapela dalla stampa, nessuna nota da parte di ACEA) che esce
dall’impianto, ha immediatamente scatenato il tam-tam in rete, segno che la città è attenta e pronta a mobilitarsi contro la sua riaccensione.

Il Consiglio Comunale dovrà esprimersi sulla opportunità o meno del riavvio dell’inceneritore, questo è quello che vogliamo, coscienti del fatto che leggi nazionali e regionali autorizzano tali impianti così come la compilazione del Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti. Nessuno però può esimersi dalle responsabilità, anche solo politiche, che il ruolo di amministratori della cosa pubblica gli conferisce. Non accetteremo
scorciatoie ne cambiamenti al testo consegnato”, tra l’altro divenuto di dominio pubblico su stampa e rete. Ovviamente quel giorno saremo presenti con un presidio sotto Palazzo Spada per continuare la mobilitazione.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!