Colto da malore lungo il cammino di San Benedetto, salvato grazie all'”sms locator”

Colto da malore lungo il cammino di San Benedetto, salvato grazie all'”sms locator”

Il 66enne campano individuato dal Soccorso alpino grazie all’sms che segnala la propria posizione

share

Colto da malore mentre percorreva il cammino di San Benedetto, in Valnerina, è stato individuato prontamente e soccorso grazie all'”sms locator”, il sistema di messaggistica che consente di rintracciare la posizione e particolarmente utile in luoghi impervi.

Protagonista della disavventura un 66enne campano, che poco prima delle 13 di oggi ha allertato il 118 segnalando di essere stato colto da malore e chiedendo aiuto. Alle 12.51, quindi, la Centrale unica regionale del 118 ha allertato il Soccorso alpino e speleologico dell’Umbria (Sasu) per rintracciare e soccorrere l’uomo.

Per individuare l’esatto luogo in cui si trovava l’escursionista, originario della penisola sorrentina, il Sasu ha attivato la procedura di geolocalizzazione: la Centrale Operativa Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (in funzione h24 ogni giorno tutto l’anno) ha inviato all’uomo un sms con un link che, aperto, ha segnalato la sua posizione (trovandosi in un luogo particolarmente impervio e ricco di vegetazione) che è stata immediatamente indicata al Sasu.

Localizzato nei pressi di Fogliano di Cascia, lungo il cammino di San Benedetto, l’uomo è stato raggiunto da due squadre del Sasu  provenienti dai presidi della Valnerina e di Castelluccio di Norcia. Effettuati gli accertamenti del caso, gli operatori del Soccorso Alpino e Speleologico hanno consegnato l’uomo all’autoambulanza che lo ha condotto all’ospedale di Spoleto.

Ancora una volta, grazie al “sms locator”, dispositivo di geolocalizzazione che consente di individuare esattamente e immediatamente la posizione del disperso e dell’infortunato, se cosciente e collaborativo è stato possibile intervenire con tempestività nella ricerca e soccorso dell’uomo.

share

Commenti

Stampa