Rebus clinica a Terni, Coletto: "Cose che non mi riguardano" | Ma Latini fiducioso

Rebus clinica a Terni, Coletto: “Cose che non mi riguardano” | Ma Latini fiducioso

Marco Menta

Rebus clinica a Terni, Coletto: “Cose che non mi riguardano” | Ma Latini fiducioso

Mar, 23/11/2021 - 19:49

Condividi su:


Clinica a Terni: tanta incertezza per il piano di Bandecchi, tra l'ottimismo di Leonardo Latini e le speranze infrante da Luca Coletto.

Progetto clinica a Terni: una faccenda piuttosto spinosa. Da una parte, infatti, l’entusiasmo del presidente della Ternana Calcio, Stefano Bandecchi, che vorrebbe realizzare, proprio a Terni, una clinica privata; dall’altra il tono dell’Assessore Coletto: “Sono cose che non mi riguardano, il Governo dà le indicazioni”.

Tra i due fuochi il Sindaco di Terni, Leonardo Latini, secondo il quale “la questione stadio-clinica è uno dei temi che l’Amministrazione considera strategici in questa fase per lo sviluppo della città”.

Coletto: “3×1000 dei posti letto per acuti, l’Umbria li ha già superati”

A rispolverare l’argomento, martedì 23 novembre, l’Assessore alla Sanità della Regione Umbria in visita all’ospedale di Terni. “Sono cose che non mi riguardano, le indicazioni ce le dà il Governo”, ha risposto Luca Coletto alla domanda sulla clinica. “Sono 3×1000 dei posti letto per acuti, e l’Umbria li ha già superati”.

Un Latini fiducioso

“Come Amministrazione comunale – ha chiarito da parte sua il sindaco Latini – abbiamo già esaminato la proposta considerandola di pubblico interesse”. “La Regione Umbria deve ancora iniziare l’iter di sua competenza, in attesa che il progetto venga formalmente presentato; come sindaco garantisco che porteremo il nostro contributo nel confronto con la Regione, nell’auspicio, e direi anche nella certezza, che il percorso possa risolversi nella piena legittimità, nell’interesse dello sviluppo del territorio ternano, e quindi dell’intera Regione Umbria”.

Le parole del sindaco di Terni, dunque, lasciano ben sperare. Al contrario, la schiettezza dell’Assessore Coletto ha smorzato le aspettative di tanti ternani. Quale destino per il progetto di Stefano Bandecchi?

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!