Cinghiale a settembre: c'è la delibera, ma servono gli elenchi delle squadre

Cinghiale a settembre: c’è la delibera, ma servono gli elenchi delle squadre

Massimo Sbardella

Cinghiale a settembre: c’è la delibera, ma servono gli elenchi delle squadre

Mer, 15/09/2021 - 18:26

Condividi su:


Nonostante l'iniziale stop la Regione prova a modificare il Calendario venatorio in extremis inserendo le tre braccate il 23, 26 e 30

Delibera della Giunta regionale per la preadozione della modifica del Calendario venatorio dell’Umbria, prevedendo tre giornate di contenimento al cinghiale nei giorni 23, 26 e 30 settembre.

Una proposta, quella contenuta nella delibera firmata dalla Giunta regionale mercoledì 15 settembre su proposta dell’assessore Morroni, che però in quanto preadozione deve essere trasmessa alla III Commissione regionale e all’Ispra per l’acquisizione del prescritto parere.

Dopo le polemiche ultime incombenze burocratiche
per l’avvio della stagione venatoria

Il Tavolo sul cinghiale

La proposta di tre giornate di caccia al cinghiale in braccata prima dell’avvio della stagione il 3 ottobre era emersa nel corso della seduta del Tavolo regionale sul contenimento dei cinghiali. La seduta alla quale la maggior parte delle associazioni venatorie non avevano partecipato per protesta, dopo l’adozione del discusso Calendario venatorio.

La comunicazione agli Atc

Poi ai presidenti degli Atc, lunedì 13, era arrivata la comunicazione dalla Regione Umbria in cui si informava che, “esaminati i pareri Ispra”, l’utilizzo della braccata risulta possibile “esclusivamente nel periodo in cui il Calendario venatorio prevede la caccia al cinghiale e cioè dal 3 ottobre 2021 al 2 gennaio 2022”. Non uno stop in assoluto, come era sembrato visto il tono della scarna comunicazione, ma legato al fatto che nel Calendario venatorio non erano previste giornate di contenimento.

La delibera della Regione

L’assessore Morroni, dopo il confronto con alcuni cacciatori e un ulteriore passaggio con i tecnici, ha quindi deciso di provare a consentire le tre giornate di braccata come prospettato al Tavolo regionale, appunto modificando il Calendario venatorio. Con la delibera di oggi, mercoledì, in cui è stata preadottata la modifica del Calendario venatorio.

Servono gli elenchi delle squadre

Serve però la disponibilità degli elenchi delle squadre di cacciatori al cinghiale che possono svolgere il contenimento. Perché il contenimento viene autorizzato dalla Regione ai cacciatori delle squadre, sotto il controllo delle guardie venatorie. E al momento sembra che non tutti gli Atc abbiano provveduto a consegnare gli elenchi.

Rebus sulle tre giornate

Restano formalmente da fare in tempi rapidi i passaggi in III Commissione e il parere dell’Ispra, che devono essere completati prima del 23 settembre. Vista la volontà politica, la calendarizzazione in Commissione dovrebbe essere immediata. Gli eventuali appunti dell’Ispra arriveranno comunque ben dopo le tre giornate di contenimento.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!