Caccia, al via la stagione venatoria tra polemiche e incombenze burocratiche

Caccia, al via la stagione venatoria tra polemiche e incombenze burocratiche

Redazione

Caccia, al via la stagione venatoria tra polemiche e incombenze burocratiche

Ven, 17/09/2021 - 14:43

Condividi su:


Sabato mattina dalle 9 alle 12 in Questura apertura straordinaria della Divisione di Polizia Amministrativa per il ritiro delle licenze di caccia

Al via la stagione di caccia in Umbria, dopo le tante polemiche per il Calendario venatorio adottato, senza le preaperture per le limitazioni sulla tortora.

Le associazioni venatorie per protesta
non partecipano al Tavolo sul cinghiale

In occasione dell’apertura di domenica, la Questura di Perugia comunica, per la giornata di sabato 18 settembre con orario 9–12, l’apertura straordinaria della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale al fine di consentire dallo sportello il ritiro delle licenze di caccia già pronte.

Al lavoro in queste ore nelle sedi delle associazioni di categoria per la consegna dei tesserini e delle copie dei calendario venatori.

I cacciatori umbri non hanno invece ricevuto la comunicazione per gli appostamenti fissi, comunque autorizzati dalla Regione Umbria.

Il Calendario venatorio

Queste le date del calendario venatorio in Umbria:

  • dal 19 settembre 2021 al 31 ottobre 2021 alle seguenti specie : QUAGLIA;
  • dal 19 settembre 2021 al 30 dicembre 2021 alle seguenti specie: CONIGLIO SELVATICO – FAGIANO (maschio) – MERLO – STARNA – PERNICE ROSSA – SILVILAGO;
  • dal 2 ottobre 2021 al 30 dicembre 2021 alle seguenti specie: ALLODOLA;
  • dal 19 settembre 2021 al 29 novembre 2021 per la specie FAGIANO femmina;
  • dal 19 settembre 2021 al 31 gennaio 2022 alle seguenti specie: ALZAVOLA – MARZAIOLA– GERMANO REALE – COLOMBACCIO – GHIANDAIA – CORNACCHIA GRIGIA – GAZZA – BECCACCIA – BECCACCINO – CANAPIGLIA – CESENA – CODONE – FISCHIONE – FOLAGA – FRULLINO – GALLINELLA D’ACQUA – MESTOLONE – MORETTA – PORCIGLIONE – TORDO BOTTACCIO – TORDO SASSELLO – VOLPE;
  • dal 19 settembre 2021 al 8 dicembre 2021 alla specie: LEPRE;
  • dal 3 ottobre 2021 al 2 gennaio 2022 alla specie CINGHIALE nelle forme previste dal R.R.34/1999, esclusivamente nei giorni di giovedì, sabato e domenica. Per il prelievo di questa specie si raccomanda l’utilizzo di munizioni atossiche.
  • Nelle aziende faunistico venatorie il prelievo delle specie autorizzate, effettuato comunque nel rispetto dei piani di prelievo autorizzati, inizia il 19 settembre 2021 e termina il 30 dicembre 2021, con esclusione delle specie FAGIANO (maschio e femmina), VOLPE, GERMANO REALE, COLOMBACCIO che possono essere prelevate fino al 31 gennaio 2022. Nelle aziende agri turistico venatorie il prelievo delle specie autorizzate ha inizio il 19 settembre 2021 e termina il 31 gennaio 2022.
  • Per la salvaguardia delle popolazioni svernanti di beccaccia in occasione di eventi climatici avversi l’Amministrazione Regionale si riserva la possibilità di sospendere la caccia alla specie in occasione di ondate di gelo che si prolunghino per più di tre giorni consecutivi, adottando un provvedimento di sospensione con determinazione dirigenziale e relativa pubblicazione dello stesso sul sito regionale e sui principali mezzi di informazione.
  • Nel mese di settembre, la caccia è consentita i giorni: domenica 19, mercoledì 22, sabato 25, domenica 26, mercoledì 29; per la restante stagione venatoria, la caccia è consentita per tre giorni alla settimana a scelta del cacciatore, fermo restando il silenzio venatorio nei giorni di martedì e venerdì. Nel periodo compreso tra il 4 ottobre ed il 28 novembre 2021 la caccia d’appostamento alla selvaggina migratoria in tutto il territorio regionale è consentita nelle giornate di lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica; in questo periodo il cacciatore, ferma restando per la caccia vagante la limitazione a tre giornate settimanali a scelta, deve annotare sul tesserino le eventuali 2 ulteriori giornate, barrando solamente la apposita casella corrispondente, indicata dalla dicitura: migratoria gg aggiuntive (ott. – nov.);
  • L’ esercizio venatorio è consentito secondo gli orari di seguito specificati: • dal 19 settembre al 30 settembre dalle ore 6,20 alle ore 19,15; • dal 1 ottobre al 16 ottobre dalle ore 6,30 alle ore 18,45; • dal 17 ottobre al 31 ottobre dalle ore 6,45 alle ore 18,30; • dal 1 novembre al 15 novembre dalle ore 6,00 alle ore 17,15 (ora solare); • dal 16 novembre al 30 novembre dalle ore 6,15 alle 17,00; • dal 1 dicembre al 15 dicembre dalle ore 6,30 alle ore 16,45; • dal 16 dicembre al 31 dicembre dalle ore 6,45 alle ore 17,00; • dal 1 gennaio al 15 gennaio dalle ore 6,45 alle ore 17,15; • dal 16 gennaio al 31 gennaio dalle ore 6,30 alle 17,30; Fanno eccezione: o la caccia di selezione agli ungulati è consentita da un’ora prima del sorgere del sole fino ad un’ora dopo il tramonto; o la caccia alla beccaccia inizia un’ora dopo e termina un’ora prima degli orari di cui sopra.

Per il contenimento del cinghiale è stata preadottata una modifica al Calendario venatorio con tre giornate di braccata, il 23, il 26 e il 30, per le quali si attende il passaggio in Commissione e il parere dell’Ispra.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!