Chiusura tribunali minori, Grifoni (Prima Spoleto-Udc) " A Spoleto non possiamo dormire sonni tranquilli" - Tuttoggi

Chiusura tribunali minori, Grifoni (Prima Spoleto-Udc) ” A Spoleto non possiamo dormire sonni tranquilli”

Redazione

Chiusura tribunali minori, Grifoni (Prima Spoleto-Udc) ” A Spoleto non possiamo dormire sonni tranquilli”

Mar, 30/08/2011 - 15:10

Condividi su:


Chiusura tribunali minori, Grifoni (Prima Spoleto-Udc) ” A Spoleto non possiamo dormire sonni tranquilli”

di Sergio Grifoni (*)

Il nostro Tribunale rischia in maniera concreta la sua definitiva chiusura.
Tale ipotesi per noi spoletini potrebbe non essere una novità, visto che, più volte, è stata minacciata e poi, grazie agli interventi dei nostri parlamentari, con in primis il sen. Benedetti Valentini, è rientrata.
Questa volta però non possiamo dormire sonni tranquilli, perché ciò che per tanto tempo abbiamo scongiurato, potrebbe purtroppo verificarsi a breve.
La struttura spoletina, infatti, è inserita in quel fatidico elenco di tribunali italiani da sopprimere perché, rispetto alle proprie potenzialità, si dice che vengano a costare in maniera eccessiva.
Una valutazione cioè fatta con dati asfittici, senza tener conto dell’effettivo valore rappresentato da un Tribunale, piccolo sì, ma la cui soppressione provocherebbe ripercussioni e danni sicuramente maggiori della tenuta in vita.
E sempre su questo spinoso tema, ed in riferimento al suddetto elenco, è uscito alcuni giorni fa un allarmistico articolo del Sole 24 Ore, che inserisce la struttura di Spoleto al primo posto fra quelle più onerose.
Non so se i parametri usati dal giornalista siano stati oggettivi e veritieri.
Certo è che il tutto suona come un pericoloso campanello d’allarme, anche perché, da ciò che si avverte a livello “romano”, esiste una volontà trasversale per l’adozione del provvedimento di chiusura.
Non a caso poi anche i rappresentanti forensi del territorio hanno, oggi più che mai, lanciato in maniera accorata un appello interventistico.
Alla luce di quanto sopra, e come rappresentante istituzionale di minoranza, mi chiedo: cosa sta facendo la nostra Amministrazione per scongiurare questa sciagurata ipotesi?
Quali azioni si stanno perpetrando per elaborare strategie, collegamenti, confronti.
Non è più ora di interventi isolati e di corridoio.
Occorre immediatamente mobilitarsi, prendere contatti, trovare alleanze, chiamare a raccolta tutti i nostri parlamentari, chiedere il sostegno della Regione.
Occorre elaborare un progetto futuristico per il comparto specifico.
Ognuno, per il ruolo che riveste, e per la parte politica che rappresenta, dovrebbe sensibilizzare coloro che, alla fin fine, saranno chiamati a decidere.
C’è bisogno però di chi coordini simili azioni, per non lasciare spazio alle improvvisazioni ed alle iniziative isolate, che poco potrebbero produrre.
Tale ruolo di coordinamento spetta per forza di cose al Sindaco.
Non possiamo aspettare supinamente e passivamente che gli eventi ci cadano sopra: dobbiamo provocarli!
Auguriamoci che chi si deve svegliare, si svegli!

(*) Capogruppo consiliare Prima Spoleto-Udc


Condividi su:


Aggiungi un commento