Cerimoniale delle Forze Armate, e il sindaco nel discorso parla del riassetto delle Province - Tuttoggi

Cerimoniale delle Forze Armate, e il sindaco nel discorso parla del riassetto delle Province

Redazione

Cerimoniale delle Forze Armate, e il sindaco nel discorso parla del riassetto delle Province

Dom, 04/11/2012 - 14:53

Condividi su:


Si è svolta stamani a Foligno la cerimonia per celebrare la giornata dell’Unità nazionale e la festa delle Forze Armate. In piazza don Minzoni è stata collocata una corona d’alloro davanti al monumento ai caduti, presenti il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, il generale Franco Primicerj, comandante del centro di selezione e reclutamento dell’esercito, il presidente del Consiglio comunale, Sergio Gentili, il picchetto d’onore del Centro di selezione e reclutamento dell’esercito, rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni combattentistiche e d’arma. Successivamente il sindaco ha salutato gli intervenuti nella sala del Consiglio comunale. Mismetti ha ricordato il “ruolo fondamentale svolto dalle Forze Armate contribuendo così a garantire la sicurezza della comunità, condizione necessaria per promuovere sviluppo e coesione nazionale”. Il sindaco ha rilevato, tra l’altro, come questo giorno di festa cada “in un momento particolare per il nostro Paese. A causa della fase di cambiamento economico e sociale che stiamo attraversando, sono sempre più le famiglie e le imprese in difficoltà, aumentano precarietà e disoccupazione e cresce il disagio dei cittadini. Al tempo stesso ci sono opportunità che dobbiamo saper cogliere, dando priorità alla riforma delle istituzioni e dello Stato sociale. In questi giorni il Governo ha varato il decreto legge che definisce il nuovo assetto delle Province, che sta generando un forte disagio in tutta Italia: è necessario pensare a una nuova idea di Paese, in un coerente contesto istituzionale e democratico. Mi auguro che il passaggio parlamentare assicuri quanto necessario per ridare unità e condivisione, elementi oggi necessari per garantire la crescita democratica e la tenuta della coesione sociale. Ribadisco quanto già espresso in Consiglio comunale: il nostro impegno in questi mesi è stato quello di lavorare per una nuova idea dell’Umbria che guarda, innanzitutto, alle relazioni interregionali”. Per Mismetti “non è utile un modello subregionale articolato in un solo ambito provinciale equivalente all’intera regione: l’idea è piuttosto quella di costruire due nuovi ambiti provinciali per salvaguardare il protagonismo delle città e dei territori”. Al termine della cerimonia autorità e cittadini si sono recati alla caserma Gonzaga per visitare la mostra “Uomini e mezzi nella Grande Guerra”, dove sono esposti, tra l’altro, figurine, manichini con uniformi originali, modelli di navi e di mezzi da guerra.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!