CENTRALE ENEL GUALDO CATTANEO: SCONTRO TRA MAGGIORANZA IN REGIONE. I COMITATI DIFFIDANO IL SINDACO - Tuttoggi

CENTRALE ENEL GUALDO CATTANEO: SCONTRO TRA MAGGIORANZA IN REGIONE. I COMITATI DIFFIDANO IL SINDACO

Redazione

CENTRALE ENEL GUALDO CATTANEO: SCONTRO TRA MAGGIORANZA IN REGIONE. I COMITATI DIFFIDANO IL SINDACO

Mar, 07/06/2011 - 11:53

Condividi su:


Come già successo nei mesi scorsi, in occasione del piano regionale di gestione dei rifiuti e per l'approvazione del Dap (leggi), la questione del rilancio della centrale elettrica a carbone Enel di Gualdo Cattaneo è divenuto motivo di scontro e dissidio interno alla maggioranza in consiglio regionale, con l'assessore all'ambiente Silvano Rometti -in quota socialista- da una parte e il gruppo Italia dei Valori dall'altra.

Dopo l'annuncio ufficiale della firma del protocollo tra regione, università ed Enel per il rilancio della centrale di Gualdo Cattaneo (leggi), con un progetto che mira a ridurre le emissioni attraverso il cosiddetto “carbone pulito” e una percentuale di biomasse, ieri il capogruppo Idv Oliviero Dottorini ha detto di aver trasformato l'interrogazione a Rometti in commissione in un'interrogazione a risposta immediata nel question time, fissata per il 14 giugno.

“Abbiamo trasformato quell'interrogazione in un question time e sarebbe molto grave se Rometti non venisse a rispondere neanche in quella sede”, ha detto Dottorini. “E' comunque grave che l'assessore all'ambiente vada a sottoscrivere quell'atto”, ha detto ancora il capogruppo Idv, secondo cui il progetto di rilancio Enel va “contro una deliberazione del consiglio, che in una mozione del 2007 (leggi) impegna la giunta a non utilizzare biomasse nella centrale di Ponte di Ferro”.

LA DIFFIDA DEI COMITATI Nel frattempo i comitati civici e per l'ambiente di Gualdo Cattaneo hanno annunciato l'invio oggi di una diffida formale al sindaco Pensi e alla giunta comunale, “in merito al recepimento del “affare biomasse”, progetto che si ritiene finalizzato all'autorizzazione della co-combustione per poi bruciare ogni tipo di materiale a norma di legge”.

I comitati, in un comunicato congiunto, hanno espresso soddisfazione per la riuscita della manifestazione di piazza di sabato 4 giugno, sottolineando l'assenza del primo cittadino.

Francesco de Augustinis

Articoli precedenti:

MERCOLEDI' 8 FIRMA DEL PROTOCOLLO TRA ENEL E REGIONE UMBRIA SULLE BIOMASSE AGRO-FORESTALI

CENTRALE ENEL DI GUALDO CATTANEO: ENTRO IL 2015 “CARBONE PULITO” E PARZIALE RICONVERSIONE A BIOMASSE

© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!