Celebrata a Marsciano la Festa della Repubblica - Tuttoggi

Celebrata a Marsciano la Festa della Repubblica

Redazione

Celebrata a Marsciano la Festa della Repubblica

Mer, 02/06/2021 - 17:13

Condividi su:


Il Comune ha promosso un momento di partecipazione con Forze dell’ordine e associazioni, introdotto da due marce suonate della Filarmonica cittadina

In occasione della Festa della Repubblica che quest’anno celebra il suo 75mo anniversario dalla nascita, a seguito del risultato del referendum del 2 giugno 1946, il Comune di Marsciano ha promosso un evento celebrativo al quale hanno preso parte le autorità civili e militari, con il sindaco, la giunta, il presidente del Consiglio comunale e alcuni consiglieri, la Polizia locale e l’Arma dei Carabinieri, oltre ad una rappresentanza del mondo associativo locale, tra cui l’Anpi, la Croce Rossa, la Misericordia, l’Avis, l’Associazione nazionale dei Carabinieri e il Gruppo volontari di Protezione civile di Marsciano. 

Una partecipazione importante e significativa, quella delle associazioni, le quali, come ha ricordato il sindaco Francesca Mele “lavorano al fianco delle istituzioni per concorrere al benessere di tutta la popolazione e proprio in questi mesi, segnati dall’emergenza sanitaria, questo loro ruolo e impegno è stato quanto mai determinante. A tutti i volontari, quindi, oltre che alle forze dell’ordine e al mondo della sanità, la comunità di Marsciano torna ad esprimere il suo grazie”.  

La celebrazione è stata introdotta dall’esecuzione di due marce da parte della Filarmonica città di Marsciano che ha poi provveduto, dopo l’intervento del sindaco, ad eseguire l’inno nazionale.

“Oggi, come 75 anni fa – ha affermato il sindaco – scegliere la Repubblica non significa solo individuare un ordinamento giuridico, una forma di Stato tra altre possibili, ma significa scegliere un sistema di valori. La Repubblica è una scelta di democrazia, di libertà e di identità nazionale, principi e sentimenti che devono guidare tutti noi nel nostro essere cittadini, nel rispetto delle istituzioni e nel nostro essere sempre partecipi della costruzione del futuro della Nazione. La crisi che stiamo attraversando mette in discussione gli stessi pilastri della coesione sociale e limita le nostre libertà. Oggi più che mai, quindi, dobbiamo riscoprire il significato di appartenenza ai valori costituzionali e trasformarlo in una capacità di ripresa e ripartenza. Viva l’Italia, viva la Repubblica”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!