Valnestore "troppi casi di cancro", l'allarme approda in Regione - Tuttoggi

Valnestore “troppi casi di cancro”, l’allarme approda in Regione

Sara Minciaroni

Valnestore “troppi casi di cancro”, l’allarme approda in Regione

Il consigliere regionale Marco Squarta chiede i dati epidemiologici
Mer, 16/03/2016 - 21:21

Condividi su:


L’allarme della Valnestore approda in Regione. “L’alta percentuale di patologie oncologiche rilevata nell’area della centrale di Pietrafitta, necessita di approfondimenti e verifiche da parte della Regione”. Così il capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, Marco Squarta sul “preoccupante numero di morti di cancro in Valnestore” e a seguito “dell’allarme lanciato dai Sindaci del territorio”. Il tema già affrontato da Tuttoggi.info (vedi link correlati) si arricchisce di una nuova voce e approda in Regione.

Troppi morti per tumore, dati choc “qui si ammala una persona su tre”

Troppi morti per tumore e il Comune apre “un’inchiesta”

Squarta fa sapere di essersi attivato affinché “gli organi preposti, rispettivamente la direzione regionale Sanità e quella Ambiente e Territorio, forniscano i dati epidemiologici relativi all’incidenza delle patologie oncologiche nell’area negli ultimi dieci anni, nonché i dati relativi ai monitoraggi ambientali che si presume l’Arpa abbia svolto nella stessa area nel medesimo periodo. Parliamo chiaramente di una zona esposta ad un livello di inquinamento sopra la media in virtù della presenza della centrale di Pietrafitta”.

Troppi casi di tumore, i sindaci annunciano indagini e incontri pubblici

Per Squarta, “l’analisi di questi dati rappresenta il primo passo per procedere ad una verifica della situazione attuale. Laddove tali dati non fossero disponibili – spiega – perché negli anni non si è provveduto ad un sistema di monitoraggio su quest’area con crescenti patologie oncologiche, saremmo difronte ad un fatto estremamente grave. E su un’eventuale omissione come questa – conclude Squarta – attiveremo gli uffici regionali preposti affinché possano rispondere, con urgenza ed in modo adeguato, ad una situazione che sempre più cittadini stanno denunciando”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!