Campionati internazionali di Giochi matematici, i ragazzi della Dante di Spoleto finalisti a Milano

Campionati internazionali di Giochi matematici, i ragazzi della Dante di Spoleto finalisti a Milano

376 iscritti provenienti da Campello, Cascia, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Gualdo Tadino, Foligno, Norcia, Todi, Sigillo, Spello e Spoleto

share

Sono stati ben 376 gli iscritti alla fase provinciale dei Giochi Matematici avvenuta sabato 16 marzo u.s., provenienti da vari comuni umbri: Campello, Cascia, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Gualdo Tadino, Foligno, Norcia, Todi, Sigillo, Spello e Spoleto. Un bel successo di partecipanti per questa competizione che storicamente da anni viene svolta presso l’Istituto Comprensivo Spoleto 1 “Della Genga-Alighieri”.

Concretamente i Giochi matematici sono una gara articolata in tre fasi: le semifinali (che per l’Italia si sono tenute in 110 città contemporaneamente il 16 marzo), la finale nazionale (che si svolgerà a Milano, in “Bocconi”, l’11 maggio) e la finalissima internazionale, prevista a Parigi a fine agosto.

In ognuna di queste competizioni, i concorrenti hanno due ore di tempo (un’ora e mezza i più piccoli) per risolvere correttamente 8-9 quesiti matematici di difficoltà crescente: a parità di risultato, viene privilegiato il concorrente che consegna prima.

“La matematica non è un gioco – spiegano gli organizzatori del Centro Pristem/Bocconi -, ma i giochi possono rivelarsi alleati preziosi per coinvolgere gli studenti che si trovano in difficoltà con il ‘programma’ o ne ricavano scarse motivazioni; per imparare a ragionare al di là del calcolo e delle formule: sì, perché la matematica è logica e creatività nel trovare il modo migliore per uscire da situazioni critiche”. Inoltre, attraverso i Giochi matematici vengono proposte agli studenti “attività che li motivano e creano uno stimolante clima di competizione agonistica”. E certamente sono uno strumento per aiutare gli studenti più bravi a emergere.

Un doveroso ringraziamento alla segreteria organizzatrice e ai docenti referenti dell’evento, a tutti i docenti che si sono resi disponibili per l’assistenza alla gara nelle aule e a tutto il personale scolastico per l’apertura straordinaria della scuola di sabato pomeriggio.

Un grande in bocca al lupo, quindi, ai ragazzi che si sono qualificati per la finale di Milano, con l’augurio di arrivare alla finalissima di Parigi prevista a fine agosto 2019.

share

Commenti

Stampa