Cambio Festival 2022, ad Assisi sei appuntamenti tra musica e cultura - Tuttoggi

Cambio Festival 2022, ad Assisi sei appuntamenti tra musica e cultura

Redazione

Cambio Festival 2022, ad Assisi sei appuntamenti tra musica e cultura

Lun, 27/06/2022 - 11:30

Condividi su:


Si parte con un concerto al tramonto al Lavandeto di Castelnuovo, “prima” nel centro storico di Assisi con l’omaggio a Dalla: il programma dall’1 luglio al 13 agosto

Cambio Festival compie ventidue anni e conferma la formula itinerante dell’evento diffuso inserendosi tra gli appuntamenti dell’estate ad Assisi. Quest’anno, dopo il Castello di Petrata con Alessandro Quarta 5et (artista che gli spettatori di tutta Italia hanno conosciuto a febbraio grazie all’esibizione al Festival di Sanremo 2019) e dopo Casa Astrid con Elise Caluwaerts and Ô-Celli, le location scelte sono il Lavandeto di Castelnuovo, il centro storico di Assisi, nello splendido scenario della Piazza dell’Abbazia di San Pietro e Rocca Sant’Angelo. Tutti i biglietti per gli eventi, inclusi quelli gratuiti, sono prenotabili su www.cambiofestival.it


Si parte il 1 luglio alle 20.45 con il concerto al tramonto “Invenzioni, pensieri, canzoni” del maestro Ramberto Ciammarughi al Lavandeto di Assisi (ingresso 15 euro, ridotto 8 per under 18), un gradito ritorno a Cambio Festival per il pianista e compositore che iniziando la propria attività nei primi anni ‘80 suonando da solo e in trio in un gran numero di jazz club italiani. Nel corso della sua carriera si è esibito nei principali jazz festival e rassegne musicali in Italia e all’estero. Il pubblico si siederà tra i filari di lavanda con Assisi sullo sfondo. Al Lavandeto, prima e dopo il concerto DJ Set a cura di Franco B, tra le ninfee e i colori delle salvie. L’area è nel suo massimo splendore per l’annuale Festa della Lavanda con possibilità di cenare (allestita una tensostruttura con 40 tavoli a disposizione).

Dal 22 al 24 luglio Cambio Festival torna nella sua location naturale, il Castello dei Figli di Cambio a Palazzo di Assisi, con una tripletta di eventi: si parte il 22 luglio dalle 21.15 con Israel Varela e Nazaret Reyes in Frida en silencio, omaggio a Frida Kahlo (20 euro, ridotto a 10 per gli under 18), nuovo ed emozionante spettacolo dove la musica, composta da Israel Varela si fonde con la poesia e la danza. Israel Varela è uno degli artisti più affermati della sua generazione e uno dei musicisti jazz/flamenco più richiesti dell’ultimo decennio. Al termine del concerto DJ set a cura di Boogaloo di dj Cap b2b Max P. Prevista un’area ristoro food & drink.

Il 23 luglio dalle 21 sarà la volta di Roberto Gatti e Mario Rodriguez Quintet (ingresso 10 euro, ridotto 5 per gli under 18). Dopo un lungo percorso di collaborazioni con grandi artisti della musica internazionale come Quincy Jones, Dee Dee Bridgewater, Alfredo Rodriguez, Take 6, Ivan Linz, Pedrito Martinez Group, Benito Gonzalez, Armando Manzanero e Cristian Castro, Gatti e Rodriguez decidono di realizzare un progetto ambizioso in cui i ritmi caraibici e sudamericani incontrano la profonditá del Jazz. Special guest della serata, Lorenzo Bisogno – sax tenores. A seguire Change, progetto con i Dj Max P, Cap e Franco B che faranno pulsare il cuore del Castello dei figli di Cambio, fondendo acustica ed elettronica. Per l’occasione la Piazza del Castello sarà allestita con tavoli per mangiare e bere senza dimenticare lo spazio per ballare.

Il 24 luglio dalle 21 torna Cambio Off, con le tre band Rio Sacro (un duo umbro, principalmente strumentale, nato nel 2020 dall’incontro tra Edoardo Commodi e Norberto Becchetti, chitarristi e compositori accomunati dalla passione per la musica strumentale e le colonne sonore), Sgominare L’impuro (un progetto busker nato nelle dispersive valli umbre. con Augusto Torbalzhen – voce solista, micro percussioni, tromba; Bob Mulligan – cori, chitarra elettrica, micro percussioni; Pawel Beedinavel – cori, tastiere; Mr Borgus – basso elettrico; ed Endryo Hollemberg – batteria) e Wabeesabee duo umbro che comunica le loro esigenze sotto il comune tetto della black music, caratterizzata da sonorità R&B e influenze gospel, celebrando l’intimità che porta al confronto con se stessi. Sul palco saliranno Saverio Baiocco – chitarra, tastiere, voce

Andrea Mariottini – batteria, sample, cori. Turnisti Alessandro Fiorucci – tastiere; Ruggero Bonucci – basso)

Il 3 agosto alle 21 nel sagrato dell’Abbazia di San Pietro tocca al trio Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite con L’anno che verrà, un omaggio a Lucio Dalla: l’intesa tra personalità artistiche così variegate e fortemente caratterizzate si è affinata nel corso di ripetute collaborazioni, che faranno apprezzare il loro modo di applicare l’improvvisazione, elementi jazz e ricercatezze varie alle musiche di volta in volta eseguite. Nel dare vita a un programma musicale dedicato a Lucio Dalla, il trio dall’ormai lungo affiatamento formato da Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite non poteva scegliere titolo più consono di “L’anno che verrà”: visto il periodo che stiamo attraversando, i tre musicisti vogliono augurarci davvero che “sarà tre volte Natale e festa tutto l’anno”, come recita la celeberrima canzone di Dalla. Ingresso gratuito.


Il gran finale di Cambio Festival è il 13 agosto alle 21 a Rocca Sant’Angelo, con un recital per voce e fisarmonica con Chiara Pettirossi e Federico Gili, ingresso gratuito. Un viaggio musicale nei differenti aspetti dell’amore, che per gli antichi greci erano l’Eros, la Philia e l’Agape. Dalla musica antica, passando per l’opera lirica, fino ad arrivare alla musica popolare e alla canzone d’autore del XX secolo verrà cantato l’amore in tutte le sue sfumature. Al termine del concerto DJ set a cura di Cap e area ristoro organizzata dal Circolo di Rocca Sant’Angelo. Come detto, i link per prenotare i biglietti – anche per i concerti a ingresso libero – si trovano su www.cambiofestival.it e sui social (Facebook, Instagram e Twitter) di Cambio Festival.


DICHIARAZIONI SU CAMBIO FESTIVAL 2022

FRANCESCO RASPA (Presidente Cambio Festival): “Cerchiamo di regalare momenti culturali di qualità alla Città e al Territorio. Il Castello dei Figli di Cambio rimane il fulcro della nostra manifestazione, ma è nel nostro dna portare musica in tutti i luoghi di Assisi. Anche quest’anno dunque ci rinnoviamo con nuovi posti da scoprire e una ‘prima’ di qualità nel centro storico di Assisi. Ad accompagnare la musica, forme di espressione artistica differenti, con gli incantevoli vicoli del Castello di Palazzo impreziositi dall’esposizione della Scuola Punto Assisi di Antonia Zampini e una mostra su Pasolini nei cento anni dalla nascita in collaborazione con il Piccolo Teatro degli Instabili di Fulvia Angeletti. Un ringraziamento speciale a tutti gli sponsor, in particolare a Franco Cicogna Ceo di Pegaso 2000, al Comune di Assisi, il cui contributo è determinante per la realizzazione di Cambio Festival. Un ringraziamento particolarissimo al nostro pubblico che ci segue con passione”.

FRANCO CICOGNA (Ceo di Pegaso 2000): “Noi di Pegaso 2000, quale impresa del territorio, abbiamo sostenuto la crescita di Cambio Festival anno dopo anno e siamo entusiasti del continuo consenso di pubblico avuto. Con orgoglio continuiamo il nostro cammino a fianco dell’Associazione in questa sua missione che vede coniugare musica e cultura in posti sempre nuovi e belli della nostra regione. Vi aspettiamo ad Assisi e vi aspettiamo numerosi ai concerti”



STEFANIA PROIETTI (Sindaco del Comune di Assisi): “Siamo felici per il ritorno di Cambio Festival nel cartellone delle iniziative di Assisi, la manifestazione dell’associazione culturale Ponte Levatoio rimane un unicum nel panorama degli eventi estivi portando alla riscoperta del nostro meraviglioso territorio. Si conferma dunque la scommessa avviata nel 2019 di costruire insieme un insieme di eventi che metta al centro Assisi e il suo centro storico, ma che sia in grado di legare il territorio coinvolgendo le Pro loco e l’associazionismo locale e il Comune non poteva esimersi dal fare la sua parte nel sostenere concretamente Cambio Festival”.


VERONICA CAVALLUCCI (Assessore alla cultura del Comune di Assisi):
“Luglio e agosto confermeranno il trend già visto nelle settimane precedenti, quando la città si è animata di tante iniziative che parlano a un pubblico adulto ma anche più giovane: Cambio Festival riesce a coniugare in sé questo aspetto e non trascura la collaborazione con altre associazioni del territorio: è fondamentale lavorare tutti insieme per la valorizzazione di Assisi e Cambio Festival non poteva mancare nel calendario delle iniziative estive”.

FABRIZIO LEGGIO (Assessore al turismo del Comune di Assisi): “La pandemia ha dimostrato che i mesi di luglio e soprattutto agosto hanno grandi potenzialità e la giunta, con l’aiuto delle tante associazioni locali, ha dato vita a un calendario eventi e iniziative che possano attirare il grande pubblico. Tra questi appuntamenti accogliamo con piacere il ritorno del Cambio Festival, che da oltre venti anni è garanzia di qualità e di musica in tutto il territorio, portando ad Assisi artisti di qualità, in luoghi le cui potenzialità sono spesso sottovalutate: uno ‘spirito’ da cui prendere esempio”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!