BOXING CLUB DIEGO BARTOLINI: ALESSANDRO FELICE AL BANCO DI PROVA - Tuttoggi

BOXING CLUB DIEGO BARTOLINI: ALESSANDRO FELICE AL BANCO DI PROVA

Redazione

BOXING CLUB DIEGO BARTOLINI: ALESSANDRO FELICE AL BANCO DI PROVA

martedì, 18/03/2008 - 17:16

Condividi su:


Un altro importante banco di prova per Alessandro Felice. Il giovane talento del Boxing Club Diego Bartolni salirà sul ring a Foligno dopodomani, giovedì 20 marzo, presso la sede del Dopolavoro ferroviario (nei pressi dello storico locale B52), per affrontare il rumeno Marius Paolus, a partire dalle 21. Per il 16enne cadetto della categoria 70 chilogrammi si tratterà del nono incontro, contro i 12 disputati dal suo avversario che ha un paio d'anni più di lui. Il tutto in vista del campionato interregionale del centro-nord di Varese per cadetti, nel quale Alessandro sarà impegnato il 5 e 6 aprile.

L'evento di dopodomani è organizzato dalla Boxe Foligno, che ha un connubio con il Boxing Club Diego Bartolini per organizzare tutto l'anno riunioni di pugilato. La serata è incentrata sulla qualificazione al torneo preolimpico di Atene, che dà l'accesso a Pechino 2008. Combatteranno quindi molti pugili del giro della nazionale azzurra, i migliori pugili dilettanti italiani, che si giocheranno i pochi posti disponibili per rappresentare l'Italia al torneo. Alessandro Felice è stato inserito nel programma in quanto considerato uno dei migliori dell'Umbria, una promessa interessante per la boxe italiana.

Si tratta senza dubbio di un'esperienza importante per il giovanissimo Alessandro, che salirà sul ring davanti al tecnico della nazionale Francesco Damiani e al presidente della Federazione pugilistica italiana Franco Falcinelli. Felice, inoltre, rappresenta in questo momento una nuova speranza per tutto il movimento pugilistico umbro e spoletino, deluso dal recente fallimento del suo rappresentante – di altra società – che, dopo tanti annunci da parte del suo team, non è neanche salito sul ring al torneo di qualificazione olimpica di Roseto degli Abruzzi.

La speranza è che per il 2012 le cose possano andare ben diversamente.


Condividi su:


Aggiungi un commento