Bodybuilding, l’impresa di Riccardo Masi | Due trionfi 30 anni dopo l’ultima gara - Tuttoggi

Bodybuilding, l’impresa di Riccardo Masi | Due trionfi 30 anni dopo l’ultima gara

Davide Baccarini

Bodybuilding, l’impresa di Riccardo Masi | Due trionfi 30 anni dopo l’ultima gara

Il 50enne tifernate conquista il primo posto in ben due categorie (“Over 50” e “Alte taglie +1.80”) al Trofeo “Città del Santo” di Abano Terme
Mar, 22/05/2018 - 17:31

Condividi su:


Bodybuilding, l’impresa di Riccardo Masi | Due trionfi 30 anni dopo l’ultima gara

A 30 anni di distanza dalla sua ultima gara, disputata nel lontano 1988, Riccardo Masi, oggi titolare del “Sunfitness Center” di Città di Castello, è tornato a vincere due importanti competizioni nazionali di Bodybuilding.

Lo scorso 19 maggio il 50enne tifernate ha conquistato il primo posto in ben due categorie (“Over 50” e “Alte taglie +1.80”) del Trofeo “Città del Santo” di Abano Terme, organizzato dalla Wabba World. Un doppio trionfo che gli è valso addirittura l’accesso diretto ai Mondiali di Cipro del prossimo 26 maggio, ai quali Riccardo però, con tutta probabilità, rinuncerà per impegni lavorativi, per godersi a pieno la famiglia e per concedersi il meritato riposo dopo ben 17 mesi di intenso allenamento.

Riccardo ad Abano Terme

Già vincitore di vari titoli regionali e ottimi piazzamenti a livello italiano tanti anni fa, Riccardo ha dimostrato di essere ancora competitivo e in ottima forma. “Per ottenere certi risultati – ha dichiarato – ci vogliono impegno e determinazione, costanti fondamentali nel quotidiano. In ambito sportivo, oltre a ciò, è fondamentale seguire uno stile di vita sano: infatti un allenamento costante e intenso non basta se non viene supportato da rinunce, sacrifici e un’alimentazione controllata ed equilibrata”.

Per quanto mi riguarda – sottolinea Riccardo – il sacrificio più grande è stato quello di aver tolto del tempo alla mia famiglia, specialmente a ridosso della gara. Per il resto ciò che tanti giudicano sacrifici o privazioni per me sono la quotidianità, anzi, la mia vita. Penso infatti che ognuno di noi debba impostare il proprio vivere come meglio crede. E io, in parte, ci sono riuscito”.

Ma Riccardo, orgoglioso della sua doppia vittoria, quasi tripla se considerato il tempo di inattività dalle gare, ha voluto aggiungere anche qualche parola per gli amici, colleghi e conoscenti che gli sono stati vicini in questa avventura. A partire dalla spedizione di Abano Terme, composta da circa 50 “ultrà” partiti da Città di Castello con auto e pullman.

Sabato (19 maggio, giorno della gara, ndr,) è stata veramente una giornata speciale per me, dal punto di vista sportivo ma soprattutto umano. – ha scritto Riccardo su Facebook a margine del trionfo – La vittoria di entrambe le categorie dove ho gareggiato è avvenuta davanti alle persone che per me contano: mia figlia, mia moglie, i miei genitori, mio fratello e mia cognata e davanti a voi, AMICI miei, che mi avete trasmesso tanto affetto. Di tutto ciò sono onorato ed orgoglioso perché per me questi sono i veri valori della vita. Ringrazio anche chi non è potuto venire ma mi è stato ugualmente vicino. Sappiate che vi voglio veramente bene. Un ringraziamento speciale va al mio amico Marco Lucacci, che mi è stato sempre vicino in tutto questo anno e mezzo di preparazione con i suoi consigli e la sua professionalità”.


Condividi su:


Aggiungi un commento