BLITZ DELLA POLIZIA, IN MANETTE UNA NIGERIANA CHE AVEVA QUASI 4 ETTI DI COCAINA. L'INDAGINE, PARTITA DA FOLIGNO, SI E' CONCLUSA A TERNI - Tuttoggi

BLITZ DELLA POLIZIA, IN MANETTE UNA NIGERIANA CHE AVEVA QUASI 4 ETTI DI COCAINA. L'INDAGINE, PARTITA DA FOLIGNO, SI E' CONCLUSA A TERNI

Redazione

BLITZ DELLA POLIZIA, IN MANETTE UNA NIGERIANA CHE AVEVA QUASI 4 ETTI DI COCAINA. L'INDAGINE, PARTITA DA FOLIGNO, SI E' CONCLUSA A TERNI

Mer, 15/04/2009 - 15:10

Condividi su:


Un incrocio accidentale, tra un'autocivetta della polizia, e una vettura condotta da un trentenne folignate, ha portato all'arresto di una nigeriana accusata di detenzione a fini di spaccio di droga. Poco meno di 400 grammi di cocaina, suddivisa in 27 ovuli, pronti per lo spaccio e che una volta piazzati avrebbero fruttato qualcosa come 40mila euro. L'operazione partita da Foligno si è conclusa nella Città dell'Acciaio. Gli agenti coordinati dal vicequestore Bruno Antonini da tempo tenevano sottocchio i movimenti di alcune persone ritenute piccoli spacciatori ed assuntori di droga. L'incontro con l'auto guidata dal 30enne ha spinto i poliziotti a metterglisi alle calcagna. La vettura è giunta a Terni e si è fermata in una zona della prima periferia nelle vicinanze di San Carlo. Lì una straniera ha attirato i sospetti degli agenti. Quella donna, infatti, dopo essersi più volte guardata intorno si è avvicinata all'auto del folignate. A quel punto i poliziotti sono entrati in azione. La straniera, una nigeriana incensurata di 22 anni, di professione operaia, è stata trovata in possesso di una ventina di grammi di cocaina. Il folignate, che al seguito aveva una consistente cifra di denaro, è stato identificato e, non avendo comprato la droga, il suo ruolo nella vicenda è finito in quel frangente. La straniera, invece, è stata accompagnata presso la sua abitazione dove è stata eseguita una dettagliata perquisizione. In diverse zone dell'appartamento, compresi i materassi delle camere da letto, i poliziotti hanno individuato la cocaina, appunto suddivisa in 27 ovuli, oltre un chilogrammo di sostanza da taglio, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi. La donna è stata quindi arrestata e rinchiusa nel carcere di Terni.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!