Bando contributi per Terzo settore, Barberini “Grande opportunità per volontariato e sociale”

Bando contributi per Terzo settore, Barberini “Grande opportunità per volontariato e sociale”

La presentazione è avvenuta nella Sala del Consiglio, gremita di associazioni | Per partecipare c’è tempo fino al 31 luglio

share

Risorse a disposizione per progetti di volontariato e promozione sociale. Sala del Consiglio comunale gremita di rappresentanti di associazioni, questa mattina (venerdì 6 luglio), intervenuti alla presentazione, l’ultima di un tour regionale, del bando promosso dalla Regione Umbria.

All’incontro pubblico hanno partecipato Luca Barberini, assessore regionale alla Salute, Coesione sociale e Welfare, Luciano Bacchetta, sindaco di Città di Castello, Luciana Bassini, assessore alle Politiche sociali, affiancati dalla dirigente regionale del settore, Anna Lisa Lelli, dal presidente del Cesvol di Perugia Giancarlo Billi e Paolo Cocchieri, responsabile dello sportello di Città di Castello.

Con questa partecipata iniziativa abbiamo concluso un tour regionale di presentazioni – ha spiegato Barberiniper promuovere il più possibile questa opportunità e ribadire la vicinanza della Regione ai territori e alle associazioni di promozione sociale del volontariato, che danno un contributo fondamentale alla crescita della comunità. È la prima volta che in Umbria viene promosso un bando di queste dimensioni, con un fondo specifico a sostegno del mondo dell’associazionismo e del volontariato. L’obiettivo è rafforzare le realtà che operano in questo ambito e dare attuazione concreta ai principi del nuovo Codice del Terzo settore, sostenendo lo sviluppo sul territorio di progetti e servizi innovativi, capillari e realmente incisivi, a favore delle persone e dei loro bisogni. Città di Castello e l’Altotevere ancora una volta hanno dimostrato un grande senso di responsabilità e collaborazione”.

Anche l’assessore Bassini, nel sottolineare “la straordinaria opportunità per il vasto panorama del volontariato offerta dal bando della regione” ha ringraziato i rappresentanti delle associazioni e dei presidi di promozione sociale “per la massiccia presenza ed interesse dimostrato”.

Ci sarà tempo fino al 31 luglio per partecipare al bando da 735mila euro, promosso dalla Regione Umbria per contributi a sostegno di iniziative e progetti attivati da associazioni di volontariato e di promozione sociale, presenti sul territorio regionale. L’avviso è stato pubblicato sul Bur (Bollettino unico regionale) dell’8 giugno scorso, in attuazione del nuovo Codice del Terzo settore. È rivolto alle organizzazioni di volontariato e alle associazioni di promozione sociale iscritte nei rispettivi registri della Regione Umbria. Ogni proposta, presentata in forma singola o in partenariato, potrà ottenere contributi da un minimo di 15mila a un massimo di 35mila euro.

Sono possibili forme di collaborazione con enti pubblici (comprese zone sociali ed enti locali) o soggetti privati. I progetti dovranno riguardare aree d’intervento specifiche: il contrasto delle forme di sfruttamento del lavoro; il sostegno all’inclusione sociale delle persone con disabilità e non autosufficienti; la prevenzione e il contrasto delle dipendenze, di forme di violenza e discriminazione; il sostegno alle attività di accompagnamento al lavoro di fasce deboli della popolazione; la lotta alle solitudini involontarie (soprattutto tra gli anziani) e all’esclusione sociale delle persone più deboli e in condizione di povertà; lo sviluppo della cultura del volontariato (in particolare tra i giovani e all’interno delle scuole); la promozione della cittadinanza attiva e di forme di welfare generativo di comunità.

share

Commenti

Stampa