Autismo, parte progetto Swans per accompagnamento al lavoro dei soggetti autistici (Foto) - Tuttoggi

Autismo, parte progetto Swans per accompagnamento al lavoro dei soggetti autistici (Foto)

Redazione

Autismo, parte progetto Swans per accompagnamento al lavoro dei soggetti autistici (Foto)

Mer, 03/08/2011 - 15:00

Condividi su:


Alessia Chiriatti
È stato presentato nei giorni scorsi a Palazzo Cesaroni il progetto SWANS, voluto dalla Commissione Europea quale nuova frontiera dei diritti umani e sociali per tutti: Swans è un progetto pilota sull’impiego di persone con disordini dello spettro autistico, promosso dalla Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno Medio Tevere e che è stato finanziato dalla Comunità insieme ad altri quattro sui 53 progetti presentati da molti Paesi europei. Il programma sarà utile ad effettuare non solo test di grande importanza per approfondire le caratteristiche attitudinali di soggetti colpiti dall’autismo, ma anche per sviluppare idee per il loro inserimento nel mondo del lavoro. Il coordinamento scientifico è affidato alla Asl2 di Perugia, con il supporto di due esperti di valutazione e con la partecipazione del Consorzio Auriga,che metterà a disposizione personale di sostegno.
I soggetti autistici umbri che vi prenderanno parte saranno una quarantina; circa la metà saranno avviati ad una attività lavorativa, per una durata di circa sei mesi (quattro ore al giorno per quattro giorni alla settimana), presso luoghi di lavoro idonei ad ospitare soggetti autistici. Sedici facilitatori, impiegati in uno stage di tre giorni nel mese di febbraio 2012, avranno affidata la conduzione dei compiti specifici di supporto, mentre le attività di inserimento saranno affidate a esperti di livello internazionale quali Patricia Howlin, docente di psichiatria infantile del King’s College di Londra, Theo Peeters, neurolinguista belga specializzato in disturbi dello spettro autistico, Hilde De Clercq, autrice belga de “Il labirinto dei dettagli”. La Comunità Montana avrà il compito, oltre che di coordinare il progetto, di ricercare le imprese e le istituzioni idonee all’accoglimento in ambito lavorativo dei soggetti autistici. Il progetto prevede anche dei momenti di confronto con realtà anche internazionali: a novembre prossimo a Londra, ad esempio, saranno esaminate e valutate le modalità attuative delle varie attività progettuali previste. Per marzo 2013 a Perugia, in occasione della Conferenza internazionale che concluderà il progetto, è atteso l’incontro di esperti e associazioni europee dei familiari dei soggetti autistici. In quella occasione sarà presentata la pubblicazione contenente i risultati del progetto.
© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!