Assisi, condannato a 8 anni il padre accusato di violenza sessuale sulla figlia

Assisi, condannato a 8 anni il padre accusato di violenza sessuale sulla figlia

Il cinquantenne era stato arrestato a maggio di un anno fa dopo il racconto della figlia di 12 anni “Mi disse che così avrei imparato a difendermi”

share

E’ stato condannato a otto anni di carcere – con rito abbreviato – per violenza sessuale su minore il 50enne del comprensorio assisano che avrebbe abusato della figlia dodicenne. L’arresto dell’uomo, difeso dall’avvocato Donatella Panzarola e Cristian Giorni, risale al maggio del 2018, mentre i fatti sarebbero avvenuti ad aprile dello scorso anno.

Era stata la mamma della bimba, ex moglie dell’uomo, a registrare le confidenze della figlia, poi ripetute in un’audizione protetta. Sul corpo della ragazzina anche alcune ecchimosi ritenute compatibili con la violenza. L’uomo, circa un anno fa, era finito in carcere su ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Piercarlo Frabotta su richiesta del pm Annamaria Greco; l’accusa era di violenza sessuale. L’indagine lampo aveva permesso di accertare che l’uomo avrebbe violentato la piccola perché così “avrebbe imparato a difendersi” in caso di molestie da altri uomini.

Sempre secondo la testimonianza della ex moglie, inoltre, l’uomo in passato avrebbe messo nella felpa della figlia della sua convivente un fallo di gomma.

All’indomani dell’arresto, l’uomo avrebbe parlato di fraintendimenti, compresa la frase-choc pronunciata alla bimba “Te lo faccio così ti puoi difendere da chi ti vuole violentare”. All’epoca l’uomo non avrebbe saputo spiegare il perché delle ecchimosi, compatibili con il racconto degli abusi fatto dalla figlia, riscontrate da un medico. Nel frattempo, però, all’uomo era stata revocata la potestà genitoriale.

Il tribunale di Perugia, all’esito del processo con rito abbreviato, ha quindi ritenuto fondate le accuse e per l’uomo martedì è arrivata la sentenza di condanna.

(modificato alle 8.40 del 17 luglio)

share

Commenti

Stampa