Assisi, accensione e benedizione Albero e Presepe Missionari uccisi - Tuttoggi

Assisi, accensione e benedizione Albero e Presepe Missionari uccisi

Redazione

Assisi, accensione e benedizione Albero e Presepe Missionari uccisi

Natività con 445 bossoli per ricordare i morti per causa di fede
Sab, 09/12/2017 - 12:29

Condividi su:


Si è tenuta l’accensione e la benedizione dell’albero di Natale e del Presepe nella piazza inferiore della Basilica di San Francesco d’Assisi dedicati agli operatori pastorali uccisi in odio alla fede e ai sacerdoti che operano in condizioni precarie e di estrema povertà. Una natività su 445 bossoli è stata installata per ricordare il numero di uomini e donne uccisi per motivi religiosi dal 2000 ad oggi (secondo i dati dell’Agenzia Fides). L’albero di 15 metri, offerto dalla Regione Liguria che quest’anno ha donato l’olio per l’accensione della lampada di San Francesco, proviene dalle foreste del parco naturale regionale dell’Aveto.

Alle 17.00 si è tenuta la Santa Messa nella Basilica Inferiore di san Francesco presieduta dal Prefetto della Congregazione per il Clero, Cardinale Beniamino Stella. Al termine della celebrazione, alle 18.15, si è svolta la cerimonia di accensione e benedizione, aperta dal Custode del Sacro Convento di Assisi padre Mauro Gambetti, durante la quale sono stati consegnati doni alle famiglie più bisognose. Tra i presenti all’evento natalizio il prete di “periferia”, don Silvano Rughi, e la sorella di padre Paolo Dall’Oglio, Cecilia Dall’Oglio.

Hanno partecipato all’evento anche la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, e l’Assessore alla Cultura della Regione Liguria, Ilaria Cavo.

“Il presepe ci dice che ogni notte buia dell’uomo, la solitudine o la disperazione, la crisi o le difficoltà, la povertà o l’indigenza può essere illuminata e abitata dalla luce della pace. – ha dichiarato, il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato – La stella cometa che ha guidato i Re Magi può rappresentare per ogni uomo smarrito una bussola, una stella polare per riprendere il cammino di oggi”.

Si è esibito un coro di voci bianche ccon i tradizionali canti natalizi. Il coro è composto da 200 alunni dell’Istituto Comprensivo Assisi 1 con le classi IV e V della Scuola primaria Rivotorto e della Scuola primaria Sant’Antonio e le classi I della Scuola secondaria Frate Francesco, diretto da Giulia Maccabei e accompagnato al pianoforte dal M° Emiliano Piermatti.

L’albero di Natale giunto ad Assisi grazie all’aiuto della Cooperativa Alta Val d’Aveto.

Per maggiori informazioni www.sanfrancesco.org

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!