Art bonus, il Comune di Perugia ringrazia i mecenati della città - Tuttoggi

Art bonus, il Comune di Perugia ringrazia i mecenati della città

Redazione

Art bonus, il Comune di Perugia ringrazia i mecenati della città

Nel 2015 finanziati progetti per un totale di 282mila euro, nel 2016 raccolti 85mila euro | Romizi "Non era scontato il risultato ottenuto"
Mar, 13/12/2016 - 09:33

Condividi su:


Il Comune ringrazia i mecenati della città. Si è tenuta nel pomeriggio di lunedì al Teatro Pavone la cerimonia voluta e organizzata da palazzo dei Priori per ringraziare tutti coloro che, attraverso l’Art Bonus, hanno contribuito al restauro dei monumenti cittadini individuati dall’amministrazione.

Art bonus, sono più di 300 i mecenati della città

Una cerimonia a cui hanno preso insieme al sindaco Andrea Romizi, Antonio Campanile, titolare dell’azienda Saci, che ha finanziato il restauro della Fonte dei Tintori, bene bandiera 2015, a completamento di quanto raccolto attraverso altre elargizioni liberali Art Bonus dal Gruppo Facebook Pulcra Perusia, Ruggero Ranieri di Sorbello, in rappresentanza dell’omonima fondazione che ha finanziato il restauro della vera del Pozzo etrusco, i fratelli Silvia e Roberto Moretti mecenati del pozzo di San Francesco, e Mila Breccolenti, in rappresentanza dell’associazione Pulcra Perusia. Ma poca la cittadinanza che si è presentata all’evento. “Importante anche il contributo -come è stato ricordato- di Camilla Cucinelli e Riccardo Stefanelli che hanno contribuito al restauro della Fonte di Via Maestà delle Volte e dei Giardini del Frontone, in occasione del loro matrimonio”. 

Non era scontato -ha detto il primo cittadino- il risultato che abbiamo ottenuto, eppure i beni individuati per la prima annualità sono stati tutti finanziati. Tanto che per il secondo anno, siamo andati oltre, con investimenti più ingenti, per cui, come nel caso dell’Arco di Duccio, abbiamo avuto anche un importante contributo statale.

Nel 2015, infatti, con Art Bonus sono stati finanziati interventi per un totale di 283mila euro, di cui 25mila per la Fontana di Via Maestà delle Volte, 150mila per la Fonte dei Tintori, 50mila per i Giardini del Frontone e le statue dell’Anfiteatro dell’Arcadia, 43mila per la vera del Pozzo Etrusco e 15mila per il pozzo di San Francesco.

Per la Fonte dei Tintori, come ha precisato Antonio Campanile, l’azienda ha voluto festeggiare il 95esimo anno della fondazione dell’azienda da parte del nonno, omonimo dell’odierno titolare. “Ci piace pensare -ha detto Antonio Campanile junior- che nei primi del novecento si andasse alla fonte a lavare la lana con il sapone prodotto da mio nonno.”

Diversa, ma altrettanto significativa la motivazione che ha spinto Silvia e Roberto Moretti a finanziare il pozzo di San Francesco. Molto impegnati da sempre nel sostenere le iniziative territoriale, i fratelli, titolari della parrucchiera Vogue in centro, hanno sospeso tre anni di investimenti pubblicitari per finanziare un intervento Art Bonus, scegliendo quello la cui cifra permetteva di essere interamente coperto dal loro intervento.

Per il 2016, invece, il totale finanziato è stato pari a 85.400 euro, di cui 25mila euro per la Fonte Lomellina, 40mila per la Porta di San Girolamo, 20.400 euro per la Chiesa di Sant’Angelo di Ponte Felcino, completamente finanziati.

Gli altri beni Art Bonus 2016, individuati dal comune lo scorso giugno, sono la Porta Conca (318.500,00 euro), l’Arco della Mandorla (206.000,00 euro), il Pozzo del Castellano (16.000,00 euro), l’Edicola di Piazza Monteluce (6.000,00 euro), il Monumento ai caduti di Ponte San Giovanni (11.500,00 euro), l’Acquedotto di Via Appia (500.000,00 euro), la Fontana del Piscinello (18.400,00 euro), il Monumento al Perugino (68.000,00 euro) e la Porta di San Pietro o di Duccio (600.000,00 euro), per il quale lo stesso Mibact ha stanziato, lo scorso ottobre 500mila euro nell’ambito del Programma degli Interventi finanziati ai sensi della legge di stabilità 2016. Ulteriori informazioni sul sito del Comune di Perugia all’indirizzo: artbonus.comune.perugia.it.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!