Albero di Natale più grande del mondo, da oggi via ai lavori

Albero di Natale più grande del mondo, da oggi via ai lavori

Il comitato Alberaioli si mette in moto per realizzare la gigantesca sagome luminosa che dal 7 dicembre prossimo colorerà il Monte Ingino

share

Da questa mattina (domenica 16 settembre), a Gubbio, ripartono le attività per la realizzazione della sagoma luminosa che disegna l’Albero di Natale più grande del mondo sul versante sud del monte Ingino. L’impegno degli Alberaioli è sempre quello di regalare a tutti, con la collaborazione della città, l’incantesimo e il fascino di uno dei simboli dell’Umbria e del Natale nel mondo.

Ci scusiamo sin da ora per i disagi, speriamo minimi, che provocheremo, da questa e per le domeniche a seguire, ai frequentatori domenicali degli stradoni del monte Ingino; – comunica il presidente del comitato alberaioli Lucio Costantiniin particolare ai ciclisti chiediamo una particolare attenzione per la presenza dei mezzi di trasporto e dei materiali che potrebbero essere presenti lungo gli stradoni”.

L’Albero, che quest’anno verrà accesso il 7 dicembre, è costituito da corpi illuminanti di vario tipo e colore, che disegnano un effetto cromatico assolutamente particolare e unico: si distende, con una base di 450 metri, per oltre 750 metri sulle pendici del monte Ingino, partendo dalle mura della città medioevale e arrivando alla basilica di Sant’Ubaldo, in cima alla montagna; copre una superficie di circa 130 mila metri quadrati (poco meno di 30 campi di calcio); oltre 300 punti luminosi di colore verde ne delineano la sagoma; il corpo centrale è disseminato di oltre 400 luci multicolore; alla sommità è installata una stella cometa della superficie di circa 1000 mq disegnata da oltre 250 punti luminosi; sono necessari circa 7.500 metri di cavi elettrici di vario tipo per realizzare i collegamenti e circa 1.300 ore di lavoro per realizzarlo e 900 ore per la rimozione, manutenzione e rimessa in magazzino.

share

Commenti

Stampa