Accademia degli Ottusi, assegnate le borse di studio “Remo Stefanelli”

Accademia degli Ottusi, assegnate le borse di studio “Remo Stefanelli”

Presenti, la presidente dell’Accademia, Liana Di Marco, Mons. Giampiero Ceccarelli (Curia Arcivescovile) ed Emilio Quartucci (BPS)

share

Grande emozione e soddisfazione per l’Accademia degli Ottusi (già Accademia Spoletina) alla cerimonia di premiazione dei sei vincitori dell’edizione 2017 della Borsa di studio intitolata a Remo Stefanelli, relativa all’anno scolastico 2015-2016 e all’anno accademico 2015-2016.

L’evento si è svolto venerdì 3 novembre 2017 alle ore 16 a Palazzo Mauri, sede della Biblioteca Comunale di Spoleto alla presenza della presidente dell’Accademia degli Ottusi, Liana Di Marco, di Mons. Giampiero Ceccarelli (Curia Arcivescovile) e del Dott. Emilio Quartucci (BPS). Ad essere insigniti del premio per la Scuola media superiore sono stati Jacopo Burger, Marta Cesari e Romina Ferretti; per l’Università: Riccardo Colangeli, Lorenzo Langeli e Lorenzo Petrini.

Il Concorso per lʼassegnazione di borse di studio per le scuole medie superiori per lʼanno scolastico 2015-2016, ciascuna dellʼimporto di Euro 800,00, e borse di studio per lʼuniversità per lʼanno scolastico 2015-2016, ciascuna dellʼimporto di Euro 1.800,00, era rivolto a studenti medi e universitari, nati e residenti nel Comune di Spoleto, i quali avessero compiuto il 14° anno di età e avessero dimostrato capacità, buona volontà e attitudine agli studi.

“In un periodo economicamente molto difficile come questo – ha spiegato la presidente Liana Di Marco –  l’Accademia degli Ottusi cerca di portare un aiuto alla città anche attraverso queste borse di studio”. Come è noto, Remo Stefanelli morto nel 1973, lasciò in legato all’Accademia Spoletina tutti i titoli in suo possesso presso la Banca Popolare di Spoleto, affinché fossero istituite delle borse di studio a favore di giovani studenti spoletini (nati e residenti nel Comune di Spoleto) meritevoli e con mezzi insufficienti per proseguire gli studi.

“Mi auguro – ha continuato Liana Di Marco – che qualche concittadino danaroso dei nostri tempi possa imitare Stefanelli, magari nel corso della sua vita, senza aspettare di morire”.

Nella foto di gruppo allegata compaiono da sinistra: Lorenzo Petrini, Romina Ferretti, Lorenzo Langeli, prof.ssa Liana Di Marco (Presidente Accademia), Mons. Giampiero Ceccarelli (Arcivescovo),  Dott. Emilio Quartucci (BPS), Riccardo Colangeli.

 

share

Commenti

Stampa