A S. Eraclio si festeggiano i 65 anni di matrimonio di Vittorio e Pierina

A S. Eraclio si festeggiano i 65 anni di matrimonio di Vittorio e Pierina

Redazione

A S. Eraclio si festeggiano i 65 anni di matrimonio di Vittorio e Pierina

I signori Vittorio Costarelli e Pierina Grimaldi Si sono sposati nel 1955 a Scandolaro, da dove la famiglia ha preso avvio
Gio, 13/02/2020 - 07:50

Condividi su:


A S. Eraclio si festeggiano i 65 anni di matrimonio di Vittorio e Pierina

Stanno insieme da 65 anni i signori Costarelli Vittorio e Grimaldi Pierina. La loro unione, infatti, ha sfidato il tempo e tutte le difficoltà della vita.Si sono messi insieme giovanissimi, il 13 febbraio del 1955, proprio sessantacinque anni fa.

I coniugi Costarelli sono molto conosciuti a S. Eraclio, dove vivono e dove hanno esercitato fino al 2001 l’attività di vendita dei cereali all’ingrosso e al dettaglio con annesso negozio di generi alimentari. Vittorio, 92 anni e Pierina di 84, non sembrano affatto sentire il peso dell’età e della loro lunga e serena unione coniugale.

Nozze di pietra

I signori Costarelli si apprestano a ricordare questo importante anniversario del 65°, conosciuto anche con il nome di “nozze di pietra” con una cerimonia religiosa e con l’immancabile pranzo matrimoniale insieme alla loro festante famiglia. Famiglia numerosa, composta da due figli, Valeria e Pietro, quattro nipoti, Andrea, Michela, Davide e Lucia e un pronipote, Thomas, che hanno li festeggeranno unitamente a nuore e generi, come si conviene a chi rappresenta da sempre il punto più alto dei loro affetti familiari.

I segreti

I segreti di questa unione inossidabile? “Amore e rispetto”, sostengono i Costarelli, che non sono mai mancati nella loro vita coniugale. C’è da dire, inoltre, che la signora Pierina è anche una brava cuoca e ama cucinare i cibi della più genuina gastronomia umbra, mentre il signor Vittorio, ogni giorno, si fa una piacevole camminata salutistica nella verdeggiante lecceta di Sassovivo e, quando per qualche ragione non vi può andare, sostituisce l’attività fisica con la palestra vicino casa. Vittorio puntualizza, infatti, che la mente rimane sana, quando anche il corpo è sano, proprio come dicevano gli antichi romani.


Condividi su:


Aggiungi un commento