A Orvieto arriva la Biennale dell'Eresia #ereticofuturo - Tuttoggi

A Orvieto arriva la Biennale dell’Eresia #ereticofuturo

Redazione

A Orvieto arriva la Biennale dell’Eresia #ereticofuturo

Domotica, Design, Manifattura digitale, Politica, Economia, Sostenibilità: le nuove eresie si incontrano
Mer, 23/09/2015 - 14:58

Condividi su:


Ad Orvieto dal 25 al 27 settembre arriva #ereticofuturo, la prima Biennale dell’eresia che porta in scena l’evoluzione dell’innovazione; un week end in compagnia degli “eretici contemporanei”: tre giorni ricchi di incontri, approfondimenti ed esperienze per riflettere sulla creatività come disobbedienza alla norma dell’‘accademia’.

Nel centro storico cittadino, Orvieto mette in mostra l’innovazione in un viaggio nella storia, tra analogico e digitale, per un’avventura volta a creare una vera scuola creativa che parta proprio dall’Umbria: una terra dove la storia convive con l’innovazione, l’eresia con la tradizione, la cultura con l’impresa.

Da Francesco D’Assisi ai grandi bardi rinascimentali, fino ai condottieri dei diritti e delle plebi, l’Umbria è cresciuta di eresia in eresia ed oggi è ancora terra di sperimentazioni e di audacia intellettuali con le sue botteghe artigiane e i suoi fablab.

Ed è questo contesto che da il via al nostro immaginario viaggio.
Si parte da lontano, con l’esposizione presso la Biblioteca L. Fumi della copia originale del Sidereus Nuncius dell’ eretico per eccellenza Galileo Galilei: un’opera rivoluzionaria per la scienza moderna, che ha rivelato al mondo l’esistenza dei 4 satelliti di Giove, confermando la teoria eliocentrica e aggiudicandosi la messa all’indice della Chiesa Cattolica.

Da Galileo un salto nei secoli fino agli inizi del ‘900: con l’esposizione del primo prototipo di drone italiano. Realizzato a Passignano sul Trasimeno dall’ex SAI, la storica Società Aeronautica Italiana, si tratta di un modello di aereo a pilotaggio remoto, ovvero telecomandato.

Ancora un viaggio nel tempo per arrivare questa volta ai nostri giorni e, di nuovo, con Galileo Galilei. A Palazzo dei Sette, sempre nella medievale Orvieto e sempre all’interno della Biennale dell’Eresia #ereticofuturo, sarà mostrata al pubblico una riproduzione del pendolo di Galilei. Realizzato interamente in cartone dal maker piemontese Angelo Lussiana, l’Orologio dell’eresia sarà alto due metri e sarà dotato solo della lancetta delle ore, mentre per quella dei minuti sarà utilizzato un display da 60 led disposti a corona sul quadrante.

Galilei e un maker contemporaneo, l’innovazione che attraversa la storia trasgredendo gli schemi della pratica: questo il cuore della Biennale dell’Eresia #ereticofuturo, un appuntamento che vede protagonisti i nuovi innovatori – intellettuali, fabbricatori e artigiani- per contagiare società e istituzioni con la propria disubbidienza costruttiva.

Per info: www.biennaledelleresia.it


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!