Zona rossa prorogata per altri 10 giorni a Giove, proseguono test - Tuttoggi

Zona rossa prorogata per altri 10 giorni a Giove, proseguono test

Redazione

Zona rossa prorogata per altri 10 giorni a Giove, proseguono test

Ordinanza della Regione Umbria dispone proroga della zona rossa fino al 3 maggio. Domani ancora test rapidi sulla popolazione, prevista una seconda postazione
Gio, 23/04/2020 - 21:59

Condividi su:


Prorogata per altri 10 giorni la zona rossa di Giove. L’anticipazione fatta dal sindaco Alvaro Parca ai suoi concittadini è stata seguita giovedì sera dall’ordinanza della Regione Umbria.

Il territorio comunale di Giove rimarrà dunque blindato fino alle ore 20 del 3 maggio. L’ordinanza, firmata dalla presidente Donatella Tesei, fa seguito alla relazione inviata dalla Usl Umbria 2. A cui è seguito anche il parere della Direzione sanitaria regionale. Dunque viene tutto prorogato quanto già disposto dal 10 aprile.

A Giove tasso positivi per abitanti più alto della regione

Dalla relazione sanitaria, infatti, emerge che ad oggi Giove registra 37 casi positivi. E che “il quadro generale presenta una condizione epidemica ancora in evoluzione, senza chiari segni di remissione e/o stabilizzazione”.

Il tasso di positivi per abitanti, poi, resta ben più alto del resto della regione. A Giove è infatti del 2 per cento. Una percentuale molto alta se si pensa che negli altri comuni che hanno registrato più casi il tasso si aggira tra lo 0,2 e lo 0,3%. Salvo un paio di realtà dell’Orvietano anche loro con tasso più significativo. Come Porano (1,5%) e Castel Giorgio (circa l’1%), dove però la maggior parte dei casi è legata a due strutture per anziani.

La richiesta dell’Usl 2

Nella relazione del Commissario straordinario della Usl Umbria 2 si propone dunque: “la prosecuzione della messa in isolamento dell’intera popolazione del Comune di Giove almeno fino al giorno 3 maggio 2020, periodo che potrà eventualmente ridursi a seguito del miglioramento del quadro epidemiologico attuale, che lo allinei agli altri comuni limitrofi, ed a seguito di specifica relazione da parte della Azienda Sanitaria USL Umbria 2”.

Da qui l’ordinanza della Presidente Donatella Tesei firmata oggi, che appunto accoglie la richiesta.

I test rapidi sulla popolazione

Intanto giovedì sono iniziati i test rapidi sulla popolazione. E il sindaco Parca fa sapere che “a seguito della riunione di oggi pomeriggio con la direzione sanitaria della USL Umbria2 e con le organizzazioni di protezione civile e la Croce Rossa dell’Umbria si sono rese possibili le nuove opportunità di prelievo dei test riportate nella locandina qui sotto che sostituisce quella pubblicata questa mattina“.

In particolare il secondo appuntamento è per venerdì 24 aprile, la mattina dalle 9 alle 12 ed il pomeriggio dalle 15 alle 18. I cittadini sono invitati a recarsi al Pes (ambulatorio Usl) di via Piave oppure al posto mobile al parcheggio al bivio tra strada delle Selve e strada provinciale (Madonnina).

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!