YouTube marketing, l’impatto dei video nella comunicazione

YouTube marketing, l’impatto dei video nella comunicazione

Un video ha il 300% in più di possibilità di ottenere una conversione rispetto a una mail

share

YouTube è una piattaforma web, fondata il 14 febbraio 2005, che consente la condivisione e visualizzazione in rete di video commentabili e votabili degli utenti.

A oggi è il secondo motore di ricerca mondiale dopo google. Una piattaforma social quindi in continua implementazione per quello che riguarda la produzione di contenuti video, ideale per chi ha scelto o deve scegliere il web per promuoversi.

Dal 2017 infatti, complici le numerose offerte delle compagnie telefoniche sui giga a disposizione nei nostri smartphone, il formato video ha decisamente preso il sopravvento su qualsiasi altro formato pubblicitario.

Basti pensare che il contenuto di un video ben strutturato, riesce a rimanere impresso nella testa delle persone per circa 30 giorni…

Anche per chi decide di inserire un video nelle proprie comunicazioni via mail, i dati raccontano di come questo tipo di operazione permetta di avere il 300% in più di possibilità di ottenere una conversione di quella mail, rispetto al solo contenuto scritto.

A tal proposito va sottolineato il fatto, che non è la scrittura in se per se a essere entrata in “crisi comunicativa” a dispetto dei video, bensì è la combinazione dei due formati a diventare essenziale per fare la differenza nel marketing online.

Altra cosa molto interessante riguarda il sito di vendita contenente un annuncio video.

E’ dimostrato infatti che le attività di interazione degli utenti, crescono verosimilmente alla qualità e alla quantità dei video presenti sulla pagina dell’offerta di un qualsiasi prodotto o servizio.

Spesso infatti, prima di un acquisto online, le persone tendono a ricercare recensioni su You Tube, sperando di trovarle insieme a qualche tutorial. Un meccanismo ormai questo consolidato nella mente di chi acquista in rete, come fosse la classica “prova del 9”.

A tutto ciò va aggiunto che la presenza sulla piattaforma riesce a far spiegare con chiarezza tutte le funzionalità dell’articolo in vendita, che sia un oggetto fisico piuttosto che un servizio, con il video è sicuramente più facile arrivare a comunicare i dettagli dei benefici che si riceveranno da quell’acquisto.

Questo permette anche all’imprenditore di avere il controllo di cosa effettivamente le persone vogliono da un determinato bene.

Grazie infatti ai video più visualizzati dei propri competitors, le aziende possono ‘spiarne’ i contenuti e di conseguenza migliorare la propria comunicazione video e aumentare il valore del contenuto della propria proposta.

In altri termini, nel gioco del mercato libero, queste sono tutte cose che vanno a vantaggio sia degli utenti finali che dei produttori.

Ciò detto è in concomitanza di queste dinamiche che stanno emergendo sempre più eccellenze nel mondo dell’imprenditoria digitale, dove i video troveranno continui e maggiori spazi per alzare il livello dell’offerta sul mercato.

share

Commenti

Stampa