Voto in Umbria, referendum e nuovi sindaci | Affluenza al 9 per cento

Voto in Umbria, referendum e nuovi sindaci | Affluenza comuni supera il 50%

Redazione

Voto in Umbria, referendum e nuovi sindaci | Affluenza comuni supera il 50%

Dom, 20/09/2020 - 11:04

Condividi su:


Voto in Umbria, referendum e nuovi sindaci | Affluenza comuni supera il 50%

Urne regolarmente aperte dalle 7 di questa mattina in Umbria. La regione è chiamata al voto per referendum e rinnovo dei sindaci in 6 comuni.

Secondo giorno di voto in Umbria per il referendum costituzionale e il rinnovo del consiglio in sei comuni.

Andamento regolare nella prima giornata di elezioni, che ha visto la chiusura delle urne alle 23:00 con un affluenza in regione del 33,09% per il quesito referendario. Un dato superiore di quasi quattro punti rispetto al dato medio italiano che si è attestato sul 29.71%.

Ben diversa l’affluenza ai seggi in cui si rinnova la carica da sindaco. Questi i dati alla chiusura di ieri sera, in ordine di partecipazione al voto:

  1. Giove (TR) – 64,84%
  2. Attigliano (TR) – 58,50%
  3. Ferentillo (TR) – 58,37%
  4. Valfabbrica (PG) – 57,11%
  5. Calvi dell’Umbria (TR) – 52,40%
  6. Scheggino (PG) – 50,13%

I seggi resteranno aperti ancora nella giornata di oggi fino alle 15:00

Urne regolarmente aperte dalle 7 di questa mattina in Umbria. La regione è chiamata al voto per il referendum costituzionale e del rinnovo dei sindaci in 6 comuni.

I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23 di oggi – 20 settembre – e dalle 7 alle 15.

In Umbria sono chiamati alle urne per il referendum costituzionale 666.602 elettori, in un totale di 1.005 sezioni.

Affluenza alle 19:00

Aggiornamento dell’affluenza al voto in Umbria delle ore 19:00.

  • Referendum costituzionale – Al secondo step di verifica dati, in regione si conta il 25,16% di aventi diritto che si sono recate alle urne per esprimere la propria preferenza. In media la maggiore affluenza si registra nella provincia di Perugia con un 25,30%, poco distante la provincia di Terni con il 24,74%.
  • Elezioni comunali – Molto più sentito il voto nei comuni in cui si vota anche per il rinnovo del Consiglio. Questi i dati nel dettaglio nei sei paesi in ordine di affluenza:
    1. Giove (TR) – 47,88%
    2. Attigliano (TR) – 45,04%
    3. Valfabbrica (PG) – 43,73%
    4. Ferentillo (TR) – 41,76%
    5. Calvi dell’Umbria (TR) – 40,55%
    6. Scheggino (PG) – 34,63%

Affluenza alle 12:00

Alle ore 12:00 l’affluenza, a livello nazionale, era pari all’11,07 per cento. Inferiore il livello umbro. La prefettura di Perugia ha rilevato che a recarsi al voto sono stati il 9,62 per cento, mentre in provincia di Terni il 9.39 per cento. I Comuni dove risulta più alta l’affluenza sono quelli in cui si volta anche per il sindaco. Spiccano infatti Scheggino al 16,29 per cento e Valfabbrica al 18,03. Tra i più bassi c’è Lisciano Niccone, al 5,65 e solo 23 votanti su 407.

Il quesito del referendum:

Il referendum costituzionale che doveva svolgersi il 29 marzo e rinviato per l’emergenza COVID-19, ha il seguente quesito:

«Approvate il testo della legge costituzionale concernente”Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari”, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.240 del 12 ottobre 2019?»

Elezioni comunali

Sono solo 6 su 92 i comuni che in Umbria sono chiamati a rinnovare il proprio Consiglio dei propri rappresentanti ed esprimere la preferenza del primo cittadini. Due sono nella provincia di Perugia (Scheggino e Valfabbrica) e 4 nella provincia di Terni (Attigliano, Calvi dell’Umbria, Ferentillo e Giove).

Apertura regolare

“Ci sono state delle criticità ma sono state superate grazie al lavoro encomiabile dei Comuni, cui spetta l’organizzazione dei seggi. A noi è stata segnalata la regolare istituzione dei seggi elettorali in tutta Italia”. Lo ha dichiarato il prefetto Caterina Amato, a capo del Servizio Elettorale del ministero dell’Interno, in merito alle numerose segnalazioni delle scorse ore di scrutatori, presidenti o segretari di seggio che avevano dato forfait per l’emergenza coronavirus.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!