Vino, politica e diritti / Riparte l’Isola del Libro Trasimeno - Tuttoggi

Vino, politica e diritti / Riparte l’Isola del Libro Trasimeno

Redazione

Vino, politica e diritti / Riparte l’Isola del Libro Trasimeno

Sabato inaugurazione della mostra “Il Trasimeno di Gerardo Dottori” / Ai partecipanti un libro in omaggio
Mer, 20/08/2014 - 18:19

Condividi su:


L’Isola del Libro riparte. Il 23 e 24 agosto a Isola Maggiore tornano i cafè letterari della manifestazione dedicata al libro e alla lettura. Con una novità: ai partecipanti verrà regalato un volume. Perché, spiega Italo Marri, presidente dell’associazione Isola del Libro Trasimeno Ciro e Cristoforo Marri, “la cultura non è un bene di lusso destinato solo a pochi. Noi, come organizzatori dell’Isola, vogliamo promuoverla e diffonderla il più possibile. Vogliamo che l’amore per il libro e la lettura ‘contagi’ il maggior numero di persone possibili”. Partenza sabato 23 agosto con l’inaugurazione della mostra “Il Trasimeno di Gerardo Dottori” curata da Massimo Duranti.
Nel pomeriggio la giornalista RAI Paola Severini Melograni, conduttrice della trasmissione radiofonica Rai Parlamento, e il giornalista di Panorama Edmondo Rho presenteranno il volume “Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabil” . Seguirà l’incontro “Tre Personaggi e un Territorio – Le Signore del Lago”, organizzato in collaborazione con le Associazioni Accademia Masoliniana di Panicale, Lions Club Trasimeno, Libera Università di Città della Pieve e Pan-Kaden, con Isabella Berardi Guglielmi e lo storico Vanni Ruggeri.
Domenica 24, invece, la giornata si aprirà con la presentazione dei progetti realizzati dagli studenti dell’Università di Perugia, a cura di Paolo Belardi e Pietro Carlo Pellegrini, per la realizzazione di una “piazza della memoria” a Isola Maggiore. Alle 11 spazio alla cultura del vino. Teresa Severini Zaganelli, presenterà il suo ultimo libro, intitolato “Uva nel bicchiere”, insieme con il presidente dei sommelier dell’Umbria Sandro Camilli e la giornalista Rai Antonella Marietti. Alle 16 un passo nella storia politica e non d’Italia con Giovanni Fasanella e il suo “Berlinguer deve morire”. Coordina il giornalista e scrittore Anton Carlo Ponti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!