"VINI NEL MONDO" ENTRA NEL VIVO, OGGI L'INAUGURAZIONE. LIVIANTONI: "L'UMBRIA HA BISOGNO DI QUESTE VETRINE" (Nuove foto) - Tuttoggi

“VINI NEL MONDO” ENTRA NEL VIVO, OGGI L'INAUGURAZIONE. LIVIANTONI: “L'UMBRIA HA BISOGNO DI QUESTE VETRINE” (Nuove foto)

Redazione

“VINI NEL MONDO” ENTRA NEL VIVO, OGGI L'INAUGURAZIONE. LIVIANTONI: “L'UMBRIA HA BISOGNO DI QUESTE VETRINE” (Nuove foto)

Ven, 30/05/2008 - 01:31

Condividi su:


Dopo la grande promozione di “Vini nel mondo” su Rai Uno, seguita alla campagna pubblicitaria messa in atto dagli organizzatori – tanto che gli alberghi di Spoleto sono al completo e cominciano a riempirsi anche quelli del comprensorio – la manifestazione enologica entra oggi nel vivo, con la presentazione in Comune e l'inaugurazione.

Ma già la presenza di Spoleto a “La vita in diretta”, con la supertestimonial Stefania Sandrelli e la presenza anche della bellissima Mirca Viola, ha garantito il successo a questa quarta edizione dell'evento targato Meet.

Stamattina quindi il via ufficiale a “Vini nel mondo”, manifestazione a cui ha contribuito anche la Regione Umbria, che porterà in modo consistente la sua presenza alla manifestazione.

Grazie alle sinergie tra gli organizzatori e l'assessore regionale all'Agricoltura, Carlo Liviantoni, che ha fortemente appoggiato questa manifestazione, infatti, l'Umbria sarà presente con le eccellenze dell'enogastronomia del suo territorio.

“L'Umbria – spiega Liviantoni, che è anche vice presidente della Regione – ha bisogno di vetrine come Vini nel Mondo che consentono anche ai piccoli produttori di poter promuovere ad un ampio pubblico nazionale ed internazionale le proprie eccellenze”.

La Regione Umbria sarà dunque grande protagonista dell'edizione 2008 della kermesse vinicola di Spoleto, con le tante eccellenze dell'enogastronomia, attraverso:

  • un sito espostivo dedicato a “Sua maestà il Sagrantino di Montefalco”, con alcune delle migliori cantine della Docg Montefalco Sagrantino;
  • importante partecipazione sia di storiche e blasonate aziende umbre, come Caprai e Lungarotti, Castello della Sala e Decugnano de Barbi, sia di altre importanti realtà emergenti, come Castello delle Regine, Castello di Corbara, Fanini, La Palatola, Saio, Poggio del Lupo, Coste del Faena;
  • presentazione delle aziende produttrici del recuperato vitigno autoctono Trebbiano Spoletino, come Novelli, Coricelli, Spoleto Ducale e Colle Capretta;
  • partecipazione delle aziende della SpoletoTipica, che raccoglie una selezione delle migliori produzioni artigianali enogastronomiche del territorio Spoletino – progetto coordinato dal comune di Spoleto e dalla Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano;
  • grandi protagoniste le 4 strade del vino dell'Umbria e la strada dell'olio Dop, che esporranno nella prestigiosa cornice della ex Chiesa SS Stefano e Tommaso;
  • degustazione di venerdi 30 Maggio a cura del Centro Nazionale Vini Passiti Montefalco.

L'Umbria inoltre, sarà protagonista anche in tavola, con la cena di sabato 31 maggio dedicata all'eccellenza enogastronomia umbra.

Ma grande spazio, in questa edizione 2008 di “Vini nel mondo”, verrà data ai “laboratori del gusto”, vale a dire momenti di conoscenza ed approfondimento delle migliori produzioni tipiche locali.

I prodotti vengono presentati direttamente dai produttori e da esperti dell'enogastronomia, che ne spiegano caratteristiche, storia e relazioni antropiche, utilizzo in ambito gastronomico ed abbinamenti. Il laboratorio si conclude con la degustazione del prodotto, in abbinamento con uno o più vini, illustrata da un giornalista o da un sommelier.

Il Laboratorio delle Eccellenze, allestito al piano primo del Chiostro di San Nicolò, prevede tre appuntamenti giornalieri, con orario a partire dalle ore 14.00.

I laboratori intendono valorizzare gli sforzi produttivi di piccoli produttori, votati alla ricerca della massima qualità, attraverso tecniche produttive non invasive e rispettose dell'ambiente. Gli appuntamenti di quest'anno si soffermeranno su alcune esperienze produttive della regione Umbria, ed in particolare, del territorio della Valle Spoletana e del Parco del Subasio. Ogni Laboratorio verrà supportato nella preparazione e nella presentazione dei prodotti, da personale docente e dagli studenti dell'istituto Alberghiero di Spoleto.

Ecco quindi il calendario dei Laboratori del Gusto:

Venerdì 31 maggio

Ore 14.00 – Apertura laboratorio in collaborazione con Spoleto Tipica e Analysis. Coordina Fausto Borella.L'eccellenza dell'artigiano:Nasce da una grande materia prima, ma si concretizza solo quando questa è trasformata dalla maestria dell'Uomo artigiano, in un prodotto unico e irripetibile. I prodotti dell'artigianato agricolo-alimentare della SpoletoTipica e i Vini d'Artigianato di Gaspare Buscemi.

Ore 14.00Frantoio, Leccino, Moraiolo. Incontro con i Vini Bianchi.Il carattere delle monocultivar ed il valore dell'assemblaggio.

Quest'anno l'olio di Spoleto si è aggiudicato un primato assoluto a livello nazionale con l'A. Agricola Villa della Genga, che ha visto premiate dalla guida 2008 redatta da Bibenda ben tre etichette: Olio Extravergine di Oliva Cerquepapa da Agricoltura Biologica 2007, Olio extravergine di Oliva Monocultivar Leccino Denocciolato 2007, Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Frantoio Denocciolato 2007. Un risultato che pone l'olio di Spoleto al vertice assoluto della qualità in Italia, premiando gli sforzi produttivi di una storica azienda, fortemente improntata alla ricerca della eccellenza, attraverso il rispetto e la valorizzazione del territorio e dell'ambiente in cui è inserita. L'azienda situata a Poreta di Spoleto, appartiene agli eredi della famiglia della Genga sin dal XV secolo. La linea degli oli monocultivar denocciolati Frantoio, Leccino e Moraiolo rappresenta per Villa della Genga una sfida volta all'innovazione ed al miglioramento della qualità.Assaggio di quattro pietanze preparate dagli alunni del rinomato Istituto Alberghierodi Spoleto, abbinate a quattro preziosi oli, e degustazione di vini bianchi d'artigianato.

Ore 16.00Pane e Companatico. Incontro con i Vini Bianchi.L'antica tradizione del pane nel borgo di Strettura ed il naturale connubio con i prodotti della norcineria umbra.

Strettura è un paesino sui monti dello Spoletino, dove si produce un pane ormai famoso per essere quanto mai simile a quello di una volta.Le ragioni sono molteplici: l'acqua purissima delle sorgenti, le vecchie varietà di cereali, nonché per la lavorazione completamente manuale. Qui i forni locali producono il pane esattamente come facevano da molti secoli le donne dei contadini, utilizzando farina di grano locale, acqua e lievito naturale (lasciato fermentare per più di una giornata).Il pane è cotto in forni di mattoni, infuocati con le fascine della nostra macchia mediterranea perciò esso ha un aroma unico ed ineguagliabile.Niente sale, caratteristica che lo distingue dagli altri pani in commercio e che lo rende apprezzato dai degustatori di professione, per la capacità di esaltare il sapore del cibo.Tale caratteristica ne fa il classico e magico abbinamento del principe della norcineria umbra: IL PROSCIUTTO.Degustazione di Pane di Strettura e salumi artigianali, in abbinamento a vini rossi di artigianato.

Ore 18.00Farro, Lenticchie & C. Incontro con il Perle d'Uva.Sani e buoni secondo natura.

“Le piante alimentari non contengono più le forze che dovrebbero dare agli uomini” (R. Steiner).Legumi e cereali, infatti, hanno da sempre costituiscono la base ideale di un mangiare sano, semplice, eppur ricco di gusto. Le straordinarie proprietà salutistiche del farro, antichissimo cereale, in particolare, ne hanno fatto per millenni un autentico prodotto di salute. La coltivazione rispettosa del ciclo naturale della vita, attraverso un'agricoltura biologica e biodinamica, ci insegna come fare per ridare alla natura le forze che servono per lo viluppo fisico e spirituale dell'uomo e della terra, promuovendo il legame con la natura stessa ed un atteggiamento positivo verso la vita in generale. Degustazione di legumi e cereali da agricoltura biodinamica dell'Az. Bio Rio, in abbinamento al Perle d'Uva, vino frizzante naturale d'artigianato, ottenuto dalla fermentazione in bottiglia degli zuccheri delle uve, e non da zuccheri aggiunti.Chiostro San Nicolò, Area LaboratorioVia G. Elladio

Domenica 1 giugno

L'UMBRIA ATTRAVERSO LE STRADE DEL VINO.Degustazione alla scoperta dei vari territori di produzione della regione.

Ore 14.00 – la Strada del Vino Colli del Trasimeno

Ore 16.00 – la Strada dei Vini del Cantico

Ore 18.00 – la Strada del Vino del Sagrantino

Ore 20.00 – la Strada dei Vini Etrusco Romana

Lunedì 2 giugno

Ore 14.00 – Apertura laboratorio, in collaborazione con Luoghi Speciali. Coordina Danilo MarcucciLuoghi Speciali, naturali eccellenze nel Parco del Monte SubasioNutrire e sostenere la relazione tra Uomo e l'ambiente in cui vive, con attività produttive ed economiche “consapevoli”.

L'Umbria è il cuore verde dell'Italia, ricoperta di boschi di Faggio Quercia ed Acero, popolata da una fauna tra le più ricche e variegate dell'Appennino(rapaci ,volpi, cinghiali, daini, caprioli, istrici etc), è terra di antichi borghi ancora cinti da mura, città medioevali, di chiese, e tesori artistici di rara bellezza. In questa terra l'arte diventa quotidiano attraverso l'artigianato sempre ricco e fiorente, le ceramiche, le maioliche, il ricamo dei tessuti, la carta, l'intaglio del legno. Natura Storia e Arte; ma anche una buona tavola, semplice, dal carattere deciso e saporito, una tradizione gastronomica che può contare su una varietà di prodotti tipici dai sapori autentici. L'oro verde il pregiatissimo olio umbro, il tartufo nero, i salumi, il capocollo, il prosciutto, i formaggi caprini freschi o stagionati, i legumi,le carni, la selvaggina ed il pregiato vino, fanno sì che ogni piatto divenga un esempio di alta gastronomia.

Le colture biologiche e gli allevamenti allo stato brado , la Sensibilità nell'arte dell'ospitare , la scelta di una azienda agricola multifunzionale con attività , didattica e prodotti tipici ci ha uniti in questo progetto agri-turistico per offrire l'unicità la bellezza e l'armonia di questa terra.Questa é la filosofia che vogliamo trasmettere perché questo è il modo con cui amiamo fare le cose.Desideriamo che questo territorio venga rappresentato da

Ore 14.00 Il Suino Nero del Monte SubasioL'allevamento allo stato brado e la preparazione dei suoi salumi.

Il mastro norcino della Tavola dei Cavalieri ci spiega i segreti della lavorazione della carne del “nobile” suino Nero del Subasio.La selezione della specie, l'allevamento allo stato brado, la macellazione, la lavorazione e la stagionatura delle carni.Da una semplice mezzena, il salume prende forma davanti agli occhi dello spettatore …Preparazione e assaggio di un ciauscolo, in abbinamento con Pignoletto Frizzante.

Ore 17.00 Birra San Biagio l'”espressione del territorio”Anche l'Umbria ha la sua birra.

Il Monastero San Biagio sorge nel cuore dell'Umbria, nel Parco del Monte Subasio vicino alla conosciuta Nocera Umbra, la capitale italiana delle acque, e a pochissimi chilometri da Assisi.I primi documenti che parlano della canonica Ecclesie San Blasii risalgono all'inizio del 1300; caduta in disuso e in stato di abbandono, è stata di recente riportata al suo antico splendore con una sapiente ed amorevole opera di restauro.Prestigioso prodotto del Monastero di San Biagio è la birra artigianale: ispirato dal filo della secolare tradizione monastica dei mastri birrai, il laboratorio per la produzione artigianale di birra permette di compiere un viaggio nel tempo, per scoprire i sapori dimenticati di questa antichissima bevanda.Degustazione di birre artigianali e formaggi.

Ore 19.00 L'alta norcineria della Tavola dei CavalieriI grandi classici ed il nuovo che sa di antico: capocollo, prosciutto stagionato 24 mesi, sella. Degustazione di salumi di Suino Nero del Monte Subasio e Lambrusco Grasparossa di Vittorio Graziano.

Il rispetto delle tradizione diventa una riscoperta di profumi e sapori antichi.I salumi di Suino Nero, lavorati artigianalmente dal mastro norcino Giorgio, vengono posti nelle cantine di vecchi casali dove stagionano il giusto tempo. Una cura attenta e una particolare dedizione in fase di produzione, sia nella fase di crescita e sviluppo sia nella delicata fase di trasformazione, permettono una qualità superiore su ogni singolo prodotto.Degustazione di salumi e gnocco fritto, in abbinamento a Lambrusco Grasparossa.Chiostro San Nicolò, Area LaboratorioVia G. Elladio

foto: Franco Arcangeli

ARTICOLO CORRELATO – STEFANIA SANDRELLI E MIRCA VIOLA A SPOLETO PER LANCIARE “VINI NEL MONDO” (Maxiphotogallery) – clicca qui


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!