Vespa viva in busta insalata, choc a Terni | Cose spaventose negli alimenti

Vespa viva in busta insalata, choc a Terni | Cose spaventose negli alimenti

Foto | L’alimento, prodotto da una nota azienda, acquistato in un supermarket | La testimonianza della casalinga

share

Una vespa viva nella busta dell’insalata lavata. E’ la scoperta choc che ha fatto una casalinga di Terni sabato 22 aprile mentre si accingeva a preparare il pranzo per la propria famiglia. La donna stava per aprire l’involucro quando ha notato l’insetto che se ne stava tutto tranquillo in mezzo alle foglie di insalata. Contattata da Tuttoggi la signora ha confermato di aver acquistato giovedì scorso l’alimento in un supermercato di Terni, con scadenza il 27 aprile, e che lo stesso è ancora integro nella sua confezione originale. A quanto è dato sapere riporterà l’acquisto, prodotto da una nota azienda agroalimentare italiana, al punto vendita.

Come possa essere capitato è ancora un mistero. O forse la conferma che i controlli sugli alimenti non sono poi sempre così accurati. In passato si è registrato un po’ di tutto. Un paio di anni fa un operaio 23enne di Anguillara Veneta rischiò di soffocare per un bullone di circa 2 centimetri e mezzo finito in una scatoletta di tonno. A tre anni fa risale invece il ritrovamento di una rana viva anche in questo caso in una busta di insalata lavata: la coppia, residente nelle Marche, postò il video del ritrovamento su Youtube.

Non è andata meglio a chi si è ritrovato una lucertola in una confezione di pane a cassetta o chi invece un profilattico galleggiare in una bottiglia di una bibita conosciuta in tutto il mondo. Mai come il consumatore che, aperta una scatoletta di carne, preparata da una azienda dell’est, masticò per qualche istante la falange di un dito prima di sputare tutto: si scoprì in seguito che qualche settimana prima c’era stato un incidente lungo la catena di preparazione e un addetto aveva perso una falange in un macchinario.

Il consiglio è quello di guardare sempre la scadenza dei prodotti e, ove possibile, provare a guardare all’interno. Così da evitare spaventose scoperte.

Gearda le foto dell’insetto, qui sotto.

© Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa