A Valtopina un bosco ecosostenibile e il progetto "Adotta un albero"

A Valtopina un bosco ‘ecosostenibile’ e il progetto “Adotta un albero

Redazione

A Valtopina un bosco ‘ecosostenibile’ e il progetto “Adotta un albero

Gio, 24/11/2022 - 16:00

Condividi su:


Promotrice dell'iniziativa l'associazione Tuber Terrae

Sta per prendere il via il progetto dell’associazione Tuber Terrae “Adotta un albero”, che vedrà la creazione del Bosco dell’eco-sostenibilità intitolato “Giuliana Renata Polli” (situato a Valtopina) e la firma di un protocollo di intesa per attuarlo in territorio valtopinese.

I soggetti coinvolti

L’appuntamento con la firma e con la doppia inaugurazione, del progetto e del Bosco, si terrà sabato 26 novembre alle 16 presso la mostra mercato del tartufo di Valtopina. Aderiscono al protocollo di intesa il Comune e gli istituti scolastici di Valtopina, Afor, Umbriaflor ed alcune aziende del territorio, insieme ai proprietari del terreno dove sorgerà il bosco della eco-sostenibilità, Federica Nati e Romolo Nati, rispettivamente figlia e marito di Giuliana Renata Polli, alla memoria della quale il Bosco è stato intitolato.

L’impegno dell’associazione sul territorio

Il progetto “Adotta un albero”, che prende il via a Valtopina ma che la Tuber Terrae sta organizzando anche in altri comuni, prevede la piantumazione di nuovi alberi da dedicare ai nuovi nati e non solo, con l’obiettivo di incrementare il patrimonio boschivo (in particolare quello “vocato” al tartufo) e della biodiversità, aumentare gli alberi per contribuire a ridurre la CO2 e per aumentare la quantità di piante utili al sostentamento degli insetti impollinatori e contribuire a compensare i “danni” quotidiani all’ambiente.

L’importanza del gesto

La firma del protocollo di intesa di sabato darà ufficialmente il via al progetto, al quale parteciperanno poi anche gli studenti di Valtopina, che avranno il proprio albero da adottare, dandogli il loro nome e impegnandosi a prendersene cura. “Piantare un albero è un gesto importante, che assume molti significati, da quelli ambientali al senso di responsabilità personale e collettivo che ne può derivare – spiega il presidente della Tuber Terrae, Francesco Mirti –. Per noi la creazione del Bosco e la firma del protocollo significa non solo concretizzare un progetto al quale crediamo, ma anche farlo insieme ad altre persone ed enti che ci credono insieme a noi e che ci aiuteranno a portarlo avanti. Per questo è molto significativa l’adesione delle scuole e degli studenti e per questi ringraziamo i titolari del terreno che lo hanno messo a disposizione per creare un Bosco che sarà a disposizione di tutta la collettività”.

La gara di cerca al tartufo

La Tuber Terrae proseguirà la propria attività all’interno della Mostra del tartufo di Valtopina con la sua abituale attività: non solo stand dell’associazione e borsa del cane, ma anche la gara di cerca per cani da tartufo che si terrà domenica 27 novembre alle 9. La gara sarà anche l’occasione per ricordare un socio da poco scomparso che si è sempre impegnato nel raggiungere gli obiettivi dell’associazione, Antonio Graziosi.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!