Umbria Jazz, Cecchini: valore culturale ed economico

Umbria Jazz, Cecchini: valore culturale ed economico

L’assessore alla Cultura: importante il riconoscimento di evento di carattere nazionale


share

 “La straordinaria qualità della proposta artistica e l’organizzazione dell’evento, hanno regalato al mondo, ancora una volta, un festival jazz unico, ed all’Umbria ed alla città di Perugia,
giornate e notti magiche”. Così l’assessore regionale alla cultura, Fernanda Cecchini, commenta il bilancio dell’edizione 2019 di Umbria Jazz.


Più social e più reale: Umbria Jazz 2019 edizione record


In questi dieci giorni – prosegue Cecchini – abbiamo potuto vivere una edizione che gli stessi numeri ci dicono essere stata da record. Forse il jazz è la musica che meglio e più di altri generi riesce a pervadere l’ambiente ed il contesto urbano in cui gli artisti si esibiscono. E questo è ciò che avviene per ogni edizione del festival“.


La sinistra in rosa a Perugia: jazz, cene e purghe staliniane


Per l’assessore Cecchini “tutto ciò rappresenta la giustezza della scelta dell’allora Governo Gentiloni, e del Parlamento, di riconoscere Umbria Jazz evento di carattere nazionale, assicurando significative risorse che, accanto a quelle altrettanto importanti messi a disposizione dalla Regione Umbria, offrono al festival certezze necessarie ad assicurare all’evento non solo un futuro, ma anche una significativa crescita che stiamo verificando ormai dalle ultime edizioni. Umbria Jazz non è soltanto quel grande festival che abbiamo potuto vivere anche quest’anno, una opportunità di particolare valore culturale, ma rappresenta un fattore economico ormai fondamentale per il tessuto imprenditoriale della città di Perugia. Così come ha certificato il recente studio realizzato dall’Università degli studi di Perugia, relativo all’impatto ed al valore economico del festival“.
Voglio anche esprimere una particolare soddisfazione – ha conclude Cecchini – per la riapertura di San Francesco al prato, restaurato e ristrutturato grazie a risorse della Regione Umbria“.

 

share

Commenti

Stampa