Umbria Jazz, aria di Expo | "La strana coppia" Gaga e Bennet al Santa Giuliana - Tuttoggi

Umbria Jazz, aria di Expo | “La strana coppia” Gaga e Bennet al Santa Giuliana

Alessia Chiriatti

Umbria Jazz, aria di Expo | “La strana coppia” Gaga e Bennet al Santa Giuliana

Svelati i tre manifesti ufficiali | L'omaggio a Burri | Si riconfermano i big nel cartellone
Mer, 13/05/2015 - 20:19

Condividi su:


Calendario già abbastanza noto quello di Umbria Jazz 2015, che andrà in onda, anche quest’anno, sul palco dell’Arena Santa Giuliana di Perugia e per le piazze principali di Perugia. Ad allietare le calde (si spera) serate umbre ci sarà “la strana coppia” Tony Bennet e Lady Gaga, i Subsonica con tre jazzmen come ospiti, Paolo Conte in un concerto-omaggio al promoter perugino Sergio Piazzoli, Cassandra Wilson per il centesimo anniversario della nascita di Billie Holiday, l’inedito duo pianistico Danilo Rea-Ramin Bahrami uniti da Bach. Spettacolo garantito, dunque, per un cartellone che dal 10 al 19 luglio proverà a riportare il jazz, e non solo, a Perugia. E che nessuno critichi Gaga, perchè tanto… c’è Bennet.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ha ospitato anche questa volta la presentazione del calendario di UJ: al tavolo il presidente della Fondazione, Renzo Arbore, il direttore artistico Carlo Pagnotta, la presidente della Regione, Catiuscia Marini, ed il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Svelato anche il manifesto ufficiale del festival, tratto da un’opera di Alberto Burri di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita. Anzi, i manifesti sono tre con altrettante immagini diverse.

All’Expo ci sarà anche Umbria Jazz, per ricordare, come ha spiegato più volte Renzo Arbore, non l’importanza di una manifestazione musicale così famosa anche a livello internazionale, ma anche la bellezza della regione cuore verde d’Italia.
I concerti – Nella principale location del festival ci saranno il duo pianistico Herbie Hancock-Chick Corea e quello brasiliano Caetano Veloso-Gilberto Gil, Stefano Bollani (con il progetto su Zappa), Paolo Fresu con la sua Brass Bang, Joshua Redman con i Bad Plus, Incognito, Brand New Havies, Snorky Puppy, il trio di Robert Glasper. Per chiudere, una lunga serata con hip hop, elettronica e dj: ci sarà anche Gilles Peterson.
In teatro si potranno ascoltare il nuovo quartetto di Charles Lloyd con Gerald Clayton, il classico trio di Brad Mehldau, Bill Frisell con il quartetto dell’ultimo disco, Dianne Reeves, il jazz latino di Miguel Zenon, Ravi Coltrane.
Consistente la “sezione” italiana con il quartetto di Enrico Rava, il trio di Rea in ricordo di Renato Sellani, il quartetto di Franco Cerri, Giovanni Tommaso, il trio di Giovanni Guidi (di cui Ecm ha pubblicato da poco il secondo disco), l’orchestra nazionale giovanile diretta da Paolo Damiani, il quartetto di Antonio Faraò con Mauro Negri. Confermata anche per quest’anno la sinergia con Young Jazz festival di Foligno, rassegna votata alla valorizzazione della musica “giovane” per anagrafe o per voglia di innovazione: tra le proposte, il trio del chitarrista Jacob Bro e quello del pianista Vijay Iyer, ma anche una gloria dell’avanguardia europea come Han Bennink.
I gratuiti – La formula prevede inoltre una decina di concerti gratuiti tutti i giorni nei giardini Carducci ed in piazza IV Novembre, più la tradizionale street parade della marching band (i Funk Off). Il giorno precedente l’inizio del festival ci sarà una anteprima in piazza IV Novembre con il Berklee di Boston, che festeggia il trentesimo anno delle clinics a Perugia. Per l’occasione, lauree ad honorem del College saranno date a Charles Lloyd e Paolo Fresu. Alle clinics sono iscritti circa 200 ragazzi provenienti anche dall’estero che cercheranno di approfondire il linguaggio del jazz con il famoso metodo didattico del college bostoniano. L’8 luglio, infine, allo stadio Curi ci sarà una partita di calcio per beneficenza tra la nazionale dei jazzisti e quella degli attori.

Aggiungi un commento