Umbertide, avanzano lavori alla ex draga | Nuova serra completata per giugno

Umbertide, avanzano lavori alla ex draga | Nuova serra completata per giugno

Nei giorni scorso consegnati alla ditta appaltatrice i lavori di valorizzazione e ampliamento dell’offerta turistica del parco fluviale del Tevere

share

Sono stati consegnati nei giorni scorsi alla ditta appaltatrice i lavori di valorizzazione e ampliamento dell’offerta turistica del parco fluviale del Tevere, integrati con il progetto “Orti felici”, che porteranno alla realizzazione della nuova serra nei pressi della ex draga. A renderlo noto sono il sindaco Luca Carizia e l’assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Villarini.

L’intervento, dell’importo complessivo di 296 mila euro, è finanziato con 160 mila euro da parte del Gal Alta Umbria e con 136 mila euro dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Le operazioni sono iniziate con lo smontaggio dei manufatti in lamiera metallica e con la demolizione degli scheletri degli edifici della ex draga. Le lavorazioni andranno avanti con la predisposizione dei piani fondali della nuova serra comunale, proseguiranno con la realizzazione della stessa e le sistemazioni del parco. I termini contrattuali sono di 150 giorni dalla data di consegna, per cui, al netto di imprevisti, la consegna dei lavori avverrà nel mese di giugno. La realizzazione della nuova struttura è divenuta necessaria dopo la rimozione della precedente collocata in via Madonna del Moro, a lato del mattatoio comunale.

Il Comune di Umbertide parteciperà al nuovo avviso pubblico promosso dal Gal “Valorizzazione dei borghi e del patrimonio culturale – paesaggistico dell’Alta Umbria” con una proposta progettuale volta al completamento del progetto complessivo della zona. Dettagliatamente sono previsti nuovi arredi urbani, nuove attrezzature ludiche, un sistema di videosorveglianza dell’area e, infine, la ristrutturazione della scala di comunicazione tra il parco fluviale del Tevere e piazza San Francesco, in prossimità della foce del torrente Reggia. Il tutto per un totale di ulteriori 95 mila euro.

share

Commenti

Stampa